Sei TU  il creatore del Nuovo Mondo

Siamo giunti ad un momento molto ma molto importante! 

Quello che molti aspettavano!

Una nuova realtà è pronta ad emergere, ma come si manifesterà dipenderà completamente da noi. 

21.12.2020 alle ore 11:02 avverrà il Solstizio d’inverno!

e sempre il 21 Dicembre 2020, nella tanto attesa data, Giove e Saturno si fonderanno al grado nel segno dell’Aquario, segno noto come portatore della Nuova Era!

Questo evento è stato previsto come il grande giorno del grande cambiamento, l’inizio di un cambiamento che comunque avverrà nel tempo e che ha la possibilità di condurci verso la libertà e la fratellanza, l’unione, la collaborazione e la connessione profonda con lo Spirito che siamo.

Una vita basata sull’amore e sul rispetto reciproco!

Finalmente qualcosa potrà davvero cambiare!

Finalmente tutto sarà più leggero, finalmente vediamo la luce all’orizzonte!

Ma andiamo a vedere cosa è successo e cosa potrebbe (e sottolineo potrebbe) succedere, perché ogni cambiamento epocale ha bisogno di tempo per maturare. Non a caso infatti le ere hanno una durata di oltre 2000 anni.

E’ molto importante come noi possiamo intervenire per servire lo Spirito e l’umanità, dato che il futuro lo creiamo sempre insieme, e sempre nel presente!

Partiamo subito dai grandi protagonisti, che sembrano aver spodestato dal trono il Solstizio:

Giove e Saturno

I due amici e nemici di sempre si incontrano nel segno dell’Aquario formando una perfetta congiunzione proprio il giorno del Solstizio! Il giorno più corto dell’anno, quel giorno in cui dobbiamo avere FEDE perché una nuova alba è ormai vicina.

Questa congiunzione non fa solo notizia perché avviene il giorno del Solstizio e in un segno che parla di ribellione, libertà e fratellanza, ma anche perché marcherà l’inizio di una congiunzione tra i due pianeti nei segni d’aria per i prossimi 200 anni circa.

Pertanto quando sentiamo la notizia: “non accadeva da… ” e quel “da..” è addirittura antecedente la nostra nascita non possiamo che pensare ad un vero cambiamento epocale, infatti si sta molto discutendo sull’Era dell’Aquario, un’era però che ha una durata assai maggiore e di oltre 2000 anni.

Ma di questo non voglio parlarne ora, ho già affrontato solo brevemente l’argomento in questo articolo.

Prima di parlare del Solstizio che indica un momento molto importante del viaggio del Sole intorno allo zodiaco e del pianeta terra intorno al Sole, vorrei un’attimo portare attenzione all’anno appena trascorso, anche se molti di noi vogliono dimenticarlo al più presto!

L’anno 2020 è stato difficile per molti, non tanto per l’anno in sé ma perché nel cosmo si sono incontrati ben tre pianeti in un segno austero e rigido come quello del Capricorno.

In questi lunghi mesi abbiamo dovuto sperimentare l’apparente isolamento esteriore, l’apparente perdita della libertà ed il lato oscuro del potere e del controllo che ha fatto nascere in noi un gran senso di ribellione e desiderio di libertà e leggerezza.

Ovviamente molti hanno reso responsabili qualcuno o qualcosa, molto dipende dal nostro percorso, ma gli amanti  e studiosi dell’Astrologia hanno dato responsabilità a Plutone, Saturno e Giove che hanno transitato a stretto contatto tra di loro per quasi tutto il 2020, allontanandosi e riavvicinandosi ed andando a stimolare in noi quell’enorme sensazione di isolamento, difficoltà, fatica, pesantezza … ma nel contempo suscitando in noi quel grande desiderio di libertà, che si è manifestato però cosi: “Non vedo l’ora che Giove e Saturno entrino in Aquario”!

Il loro passaggio in questo segno molto discusso è stato fondamentale e di grande insegnamento, perché per sentire quella voglia di libertà, dobbiamo prima sentire quella sensazione di prigionia, altrimenti non ci ribelleremmo mai a ciò che è ormai diventata un’abitudine!

Credenze ereditate nel tempo, convinzioni, paure, e controllo ci impediscono infatti di sapere chi siamo al di là di tutto, al di là delle nostre storie, al di là della nazione nella quale siamo nati, al di là della famiglia che ci ha cresciuto, al di là delle nostre convinzioni e credenze. Per poter andare al di là, dobbiamo prima stare di qua e vedere da vicino in cosa abbiamo creduto fino ad oggi, e cosa abbiamo celato dietro quella profonda sensazione di isolamento e solitudine interiore.

Lunatika - Viaggio nell'Universo Femminile
Anatomia, sessualità, tantra yoga e pratiche di autoguarigione
€ 27,50

Ed ecco dunque che Plutone, Giove e Saturno ce l’hanno mostrato.

Plutone ha mostrato il lato oscuro del Capricorno: controllo, potere politico ed economico, valori ereditati nel tempo, emozioni inconsce sepolte da troppo tempo, conservatorismo, freddezza, solitudine, isolamento, distacco.

Ci ha mostrato il controllo su una libertà che non può essere veramente desiderata fino al midollo se prima non sperimentiamo e vediamo ciò che ci impedisce di viverla!

Saturno ci ha invitato a crescere ed ad assumerci la nostra responsabilità, invitandoci ad impegnarci a compire un duro lavoro, ed il suo invito proseguirà ora nel segno dell’Aquario.

Giove ha espanso tutto quanto Plutone stava portando in superficie.

Nel contempo Marte ha formato una quadratura ai tre grandi protagonisti quadrando ora Plutone per l’ultima volta e stimolando in noi quella voglia di far emergere tutto il nostro potenziale!

Questo invito si è riflesso fuori attraverso diverse eruzioni vulcaniche. Il nostro fuoco vuole emergere come lava incandescente, pertanto potrebbe ancora esserci un po’ di pressione nell’aria. Ascoltate quel magma con attenzione e senza giudizio, opponente ancora resistenza? nessun giudizio neppure verso la resistenza, solo attenta osservazione.

Come in cielo così in terra, ma anche come in terra così in cielo!

Ed ecco che dunque il cosmo ha perfettamente riflesso le nostre percezioni, le nostre convinzioni, quella nostra sensazione interiore di isolamento e solitudine, quella convinzione di essere separati dal tutto, e costretti a vivere succubi del potere economico, sociale e politico, come se noi non potessimo proprio fare nulla per ribellarci a tanto controllo se non urlare a squarcia gola incontrandoci in piazza e ribellandoci alle regole imposte. E l’ha fatto rendendo queste convinzioni pura realtà!

Non è stato per niente un anno facile, la maggior parte di noi ha dovuto isolarsi dal mondo, molti hanno perso sicurezza materiale, altri speranze, altri ancora hanno dovuto incontrare la morte da vicino, perdite di ogni tipo, solitudine interiore, pesantezza, fatica, perdita si speranza e fiducia (nonostante la presenza di Giove) e tanto ma tanto dolore.

e’ assai normale che con l’uscita di Giove e Saturno dal Capricorno ora tutti speriamo in qualcosa di bello, di leggero, ed un cambiamento verso la nuova era che si basa sulla libertà di ogni singolo individuo.

E sia Giove che Saturno sicuramente avranno qualcosa da insegnarci, staremo a vedere cosa, ma come sempre molto dipenderà da noi, pertanto come questi impegnativi transiti nel segno del Capricorno hanno insegnato, è saggio essere consapevoli della nostra responsabilità. 

Ed ecco dunque alcune domande importanti che ora tutti noi dovremmo porci.

Sono riuscito/a a vedere quali sono le mie profonde credenze sulla vita, il mondo, le persone, l’amore, le relazioni, il lavoro e la sicurezza?

Sono riuscito/a a vedere come e dove esercito il controllo sulla mia libertà, dando sempre la colpa a fattori esterni?

Sono riuscito/a a sentire la pesantezza del controllo e dell’auto-isolamento che mi tiene lontano dall’amore e dagli altri?

Sono riuscito/a a vedere quali sono i valori ereditati nel tempo che mi hanno impedito di riconoscere la mia autenticità?

Ma sopratutto sono riuscito/a a vedere quanto abbia fatto tutto io basandomi ancora su vecchie abitudini ed insegnamenti ereditati inconsciamente dai miei antenati?

Se la risposta è no, allora potresti percepire quella sensazione di frustrazione interiore ed una gran voglia di ribellarti alle regole imposte dalla politica e dalla società, decidendo di scendere in piazza ed urlare a nome della libertà, ribellandoti contro ogni regola auto-imposta abbracciando l’idea dell’anarchia, e dando completa fiducia e speranza a questa nuova congiunzione. 

Io sono il Padrone della mia Anima
Primi dialoghi con Victoria Ignis

Voto medio su 2 recensioni: Da non perdere

€ 13,00

Inizierai dunque la tua grande rivoluzione esteriore. 

Se la risposta è sì, allora percepirai molto più forte il richiamo della libertà interiore! Percepirai il grande potere e la responsabilità che vibrano dentro di te, sentirai forte il richiamo dell’Anima che desidera conquistare la sua autenticità e soprattutto vedrai quanto sia stato/a solo tu ad impedirti di essere felice continuando a nasconderti e ad isolarti come meccanismo di difesa, offrendo tutte le tue esperienze allo Spirito e scegliendo di metterti al suo servizio per un bene comune.

Inizierai dunque la tua più grande rivoluzione interiore!

Molto, come sempre dipende da noi! 

Ci tenevo a fare questa introduzione importante su un passaggio storico che ha stimolato l’umanità a ribellarsi a qualcosa di importante, mostrando che anche in astrologia tutto può essere interpretato in modo diverso.

E’ saggio prendere sempre in considerazione che tutto è in costante evoluzione, e noi con il tutto!

E’ saggio rendersi conto che siamo responsabili e co-creatori della vita che stiamo sperimentando.

Ed è saggio sapere che possiamo cambiare ed evolvere in ogni istante, anche perché il processo di evoluzione non può essere fermato.

L’unica cosa stabile nell’Universo è il cambiamento. 

Idee, credenze, animali, uomini piante evolvono continuamente e così evolvono anche i Pianeti (se non non fossimo convinti che saranno sempre nello stesso modo)

Dunque possiamo convincerci che per riconquistare la libertà dell’Anima dobbiamo lottare contro qualcosa o qualcuno fuori, sperando nell’aiuto di Giove oppure possiamo renderci conto che per riconquistarla dobbiamo ribellarci alle nostre credenze interiori assumendoci la nostra responsabilità come Saturno insegna.

Ad ognuno il suo, ma come insegnano Saturno ed il Capricorno: scegli saggiamente, e non la via più breve e facile. 

Ci troviamo in un momento storico molto importante dell’anno, non voglio affatto negare il contrario!

Ed ora ci troviamo in un momento dell’anno altrettanto importante!

Il Solstizio di Inverno! Il Sole raggiunge la sua minima declinazione! Ed è dunque arrivato alla fine di un percorso importante!

Per spiegare meglio cosa accade in quel momento, vi riporto a leggere questo articolo, non vorrei dilungarmi troppo anche se non potrò essere molto concisa sull’argomento, dato la sua importanza.

Torniamo dunque subito alla tanto attesa congiunzione. 

Giove e Saturno si congiungono alla perfezione proprio il giorno del Solstizio, proprio il giorno in cui il Sole raggiunge la declinazione minima, proprio il giorno in cui inizia l’inverno e proprio 3 giorni prima del Sole nascente. Cosa vorrà dire tutto questo?

Ci troviamo alle soglie di una delle stagioni più importanti dell’anno. L’inverno!  

La natura raggiunge il culmine del suo riposo, concentrando tutta la sua forza al centro del nucleo.

Tutto ciò che non serviva più è stato lentamente lasciato andare durante la stagione dell’autunno.

Cito gli alberi come esempio, grandi maestri. Osservali con me un istante.

 

 

 

Per avvicinarsi al riposo totale, gli alberi concentrano la loro massima energia portandola al loro interno e pertanto ritirandola dalle foglie che perdendo il suo nutrimento cadono al suolo decomponendosi ed offrendosi come coperta per riscaldare le radici e proteggerle dal gelo imminente.

Pertanto ciò che non era più utile ha perso nutrimento trasformandosi in prezioso concime.

Oltre al “sacrifico”delle foglie, i rami più secchi sono caduti al suolo come custodi, l’albero ha lasciato andare e morire tutto ciò che non gli serviva più per maturare al prossimo stadio.

Ha concentrato tutte le sue energie in quella luce dorata, densa e potente, rivolgendosi al suo interno. Nulla è andato perduto, tutto si è offerto come nutrimento. E la luce del suo Spirito, ritirandosi, è diventata più densa ed intensa! E’ arrivato il momento del riposo!

Come parte integrante della natura, è arrivato così il momento del riposo anche per noi. 

Tutto ciò che non serve più alla nostra evoluzione o vita, è stato invitato a cadere già mesi fa.

L’attenzione è stata richiesta altrove, all’essenza, all’interiorità dell’Anima! e se non ci siamo aggrappati con forza a ciò che si stava dissolvendo, ora siamo più forti che mai, stiamo utilizzando il massimo delle energie per prepararci ritirarci e riposare, riflettere in silenzio sul tempo passato per prepararci ad una nuova rinascita. Ma nessuna rinascita può avvenire se prima non accogliamo una piccola morte.

Ancora dormienti, ma più forti che mai, ci stiamo infatti preparando a rinascere, lentamente.

I tre giorni che susseguono il Solstizio sono i più importanti!

Come il Sole ha raggiunto la declinazione minima, così anche l’Anima è stata invitata a raggiungere l’interiorità più profonda, preparandosi a rimanere in ascolto profondo ed in riposo totale per almeno 3 giorni. In questo spazio sacro infatti abbiamo la possibilità di connetterci con la nostra essenzialità, con il nostro potere, con la nostra vera essenza, con la nostra profondità che mai morirà totalmente ma che è pronta a rigenerarsi a breve.

Ascolto profondo dunque! Interiorità totale! 

Non dobbiamo pensare alle foglie che abbiamo perso, perché rischiamo di tornare in superficie e perdere energia.

Non dobbiamo piangere i rami caduti, perché perdiamo potere

Non dobbiamo risalire, perché ancora non è il momento!

E’ il momento di riconnetterci con il nostro Spirito e di entrare in contatto con la nostra autenticità che può solo essere riscoperta nella totale profondità del nostro Essere!

Dobbiamo ricontattare la nostra autenticità sepolta sotto strati di foglie e credenze, sotto rami di controllo, per permettere a Giove e Saturno di nutrire quell’autenticità di FEDE (Giove), e permettendo a Saturno di ancorarci e riconnetterci all’essenziale! E questo richiede un duro lavoro, perché non è affatto facile lasciare andare ciò che non serve più.

Ma se noi ci prendiamo il giusto tempo per ascoltare, senza interpretare, senza voler sapere tutto in anticipo, se ci prendiamo il giusto tempo per abbandonarci e ritirarci senza seguire una distrazione dietro l’arta, … ora con questa importante congiunzione (che già porta molta distrazione), abbiamo l’enorme e potente possibilità di contattare una parte di noi forse mai contattata prima.  

Abbiamo la possibilità di sentire tutta la nostra forza! tutta la nostra fede! tutto il nostro potere! ricontattando la nostra autenticità nella profondità più assoluta, quel luogo dove l’abbiamo nascosta e sepolta.

Questi tre giorni sono cruciali per dare una direzione precisa a Giove e Saturo!

Dobbiamo ritirarci dentro! Non volgere lo sguardo colmo di speranza seguendo una distrazione dietro l’altra, non è il momento!

Dobbiamo risparmiare energia e non sperperarla seguendo sogni, dobbiamo piuttosto utilizzarla per riconnetterci alla forza dello Spirito dormiente ma più potente che mai, senza nulla fare… non è ancora il momento!

Ora come ora non dobbiamo avere fretta né seguire nessun abbaglio!

Non a caso Saturno cammina a fianco di Giove!

Siate presenti!

Ritiratevi! Ascoltatevi!

Incontra quelle resistenze che ti impediscono di scendere in profondità, dove tutto quello che stai rincorrendo fuori è già a tua disposizione.

Non esiste momento all’anno in cui possiamo scendere più in profondità!

In una profondità colma di tutto!

Le energie dunque devono rivolgersi molto ma molto in profondità! Ancorarsi nel cuore e nell’essenzialità dell’Anima. 

Questi sono giorni cruciali in cui daremo una direzione precisa a Giove e Saturno appena entrati in Aquario. 

Ritira tutte le tue attenzioni esteriori e distrazioni,

Almeno per 3 giorni, ritirati in te stessa Anima, lasciati solo apparentemente morire, lascia che l’inverno sia il tuo più grande insegnate, connettiti con la natura per imparare dallo Spirito dell’inverno. Ascoltalo!

Osserva gli alberi, ascolta come sono potenti nel loro sonno profondo!

Ascolta come l’energia è concentrata al suo interno e non dispersa da nessuna parte, soprattutto in superficie!

Raggiungi anche tu la tua minima declinazione, portando attenzione nell’interiorità più profonda, permetti a Giove e a Saturno di piantare il loro intento, il seme della libertà e dell’autenticità, per farti riemergere con saggezza e maturità, affinché che tu non debba più lottare contro tutto e tutti per riconquistare ciò che già sei! 

Ritirati in preghiera! Ritirati in silenzio!

Preparati a sintonizzarti con il Sol Invictus, perché dopo tre giorni (e lentamente) quell’energia alla quale hai permesso di scendere in profondità, giorno dopo giorno ti farà rinascere con nuove foglie e nuove visioni, forse mai considerate prima.

Non a caso infatti si festeggia il Natale il 25 Dicembre.

3 giorni di buio, prima del ritorno della luce

Ovvero 3 giorni in cui il Sole rimarrà nella sua declinazione minima, prima di risalire all’orizzonte per compiere il suo viaggio fino al raggiungimento dell’Equinozio di primavera, e quel giorno corrisponde infatti al giorno del Natale, che a sua volta corrisponde al Sole nascente, al ritorno della luce che poco alla volta ci riporterà in superficie con una consapevolezza nuova.

Nell’esatto momento del Solstizio Giove, Saturno ma anche Plutone (alle nostre latitudini ovviamente) vibreranno in casa dodicesima, in una casa assai nascosta che richiede enorme fede nell’ignoto più totale!

La cosa molto interessante è che non faranno aspetti con nessun altro pianeta, pertanto tutto dipenderà da noi, loro si svilupperanno in base alla nostra presa di coscienza, a ciò che noi semineremo.

Una nuova realtà è pronta ad emergere e ad ascendere manifestandosi nella nostra realtà, ma come si manifesterà dipenderà completamente da noi. 

Potremmo assistere a diverse rivoluzioni esteriori, oppure ad essere testimoni del nuovo mondo iniziando una vera e profonda rivoluzione interiore. 

Aiuta Giove e Saturno a dare il massimo di sé! Perché il Nuovo Mondo, lo costruiamo e creiamo INSIEME, loro risponderanno solo al nostro impulso creando la realtà che noi chiederemo di creare!

Sta ad ognuno di noi contribuire ad un mondo migliore, iniziando con l’assumerci le nostre responsabilità!

Siamo solo noi responsabili della rinascita della nostra autenticità, e per capire come dobbiamo fare non ci resta che osservare la nostra Grande e saggia Madre Terra, tornando ad essere consapevoli che anche noi come l’alberto, siamo parte della natura.

Desidero concludere questo articolo con una poesia meravigliosa della mia amata sorella Yerumamel Shakti Ma, che racchiude la potenza dell’inverno e del suo saggio insegnamento:

 

La Madre Anziana dell’Inverno è arrivata e ha bussato alla porta della mia Anima

“Sii queste figlia mia, ascolta il suono dei fiocchi di neve che cadono, questo è il messaggio che viene dall’oltretomba.

Ecco da dove vengo, da uno spazio di quiete come la morte stessa. 

Non preoccuparti e non aver paura, so che la grotta ê buia e profonda, ma è lì che si vede la scintilla del miracolo. 

Vengo a te dalle ceneri del legno bruciato e dal ricordo dell’acqua gelata. 

Dalla quiete delle cime innevate delle montagne e dalle ossa dei tuoi antenati che portavano il cibo sulla tua tavola.

Porto la saggezza come nessun’altra delle altre stagioni, mie sorelle.

Ti insegno a riposare e a coricarti in pace.

A guardare indietro e a respirare in tutto ciò che è stato. 

A guardare questo momento sacro, a smettere di guardare fuori e a trovare il tuo intuito dentro di te.

Sii ferma figlia mia e smettila di correre, riposa la tua mente e nutri il tuo corpo mentre ti insegno l’arte di assistere all’energia dormiente della creazione. 

La resilienza della vita stessa è qui preservata.

Non affrettare questo tempo a spirare, confida nella grazia di Dio e sappi anche questo passerà.

Stai ferma, figlia mia, come i deva dal basso e gli angeli dall’alto fanno la loro magia e deliziano la vita con una luce squisita, 

Se sei pronta a vedere con gli occhi del tuo cuore tranquillo. non dimorerai mai nell’oscurità. 

Solo la candida bellezza sarà intorno a te, così pure a cristallina da potersi specchiare e ricordare la tua vera identità scintillante di diamante.

Grazie all’Amore ti è stato dato il tempo di riempirti e di rallentare, in modo che tu possa invecchiare come me e servire questo mondo abbastanza a lungo da raccontare questa storia ai nipoti che verranno. 

Sii pace

Yerumamel Shakti Ma 

Ed insieme vi auguriamo una rinascita meravigliosa ricordandovi di dare tempo al tempo, come Saturno insegna!

Stiamo tutti tornando a casa, ognuno con il proprio ritmo, ma nessuno potrà mai impedire che questo avverrà.

Con infinito sostegno sempre al servizio della nostra libertà,

Claudia Sapienza

www.astrosapienza.ch

Nel prossimo articolo mi concentrerò più nello specifico su Giove e Saturno appena entrati in Capricorno, ora è davvero importante riflettere su quanto abbiamo vissuto fino ad ora, proprio perché non è stato facile per niente, e proprio perché ciò che abbiamo vissuto e come lo abbiamo affrontato determinerà il nostro futuro, ora, nel presente! 

(Vorrei ricordarvi che l’offerta sulla ferita di Plutone scadrà il 21 Dicembre, qui maggiori informazioni.) 

Fonte : https://astrosapienza.blogspot.com/2020/12/limmensa-potenzialita-di-questo.html?

Se il mio sito per te è fonte di
crescita ed evoluzione
sostienilo con una donazione



Grazie

Loading…

Lascia un commento