l'alba del sesto sole

LUNA PIENA ED ECLISSI LUNARE IN ACQUARIO, 27 LUGLIO 2018: IL RIORIENTAMENTO DELLA NOSTRA VITA

| 0 commenti

 

Avremo il Plenilunio in Acquario e il punto massimo di Eclissi Lunare il giorno 27 luglio 2018 alle ore 22.22 italiane, nel segno dell’Acquario, in congiunzione con Marte a 4.44 gradi.

“L’orbita della Luna attraverserà completamente la zona d’ombra terrestre a causa dell’allineamento con la Terra. Inizialmente, l’oscuramento sarà solo parziale (zona di penombra, eclissi parziale) e questo fenomeno avrà inizio alle 20:24 ora italiana del 27 luglio. Alle 21:30, il satellite entrerà nella zona d’ombra ed avrà inizio l’eclissi totale (l’allineamento è quasi perfetto e l’oscuramento è totale). La massima oscurità si raggiungerà alle 22:22 del 27 luglio. In seguito la Luna uscirà dall’ombra e l’eclissi totale terminerà alle 00:19, lasciando spazio a quella parziale (penombra). L’eclissi parziale finirà alle 01:28.

Primo contatto penombra – 19:14

Primo contatto ombra – 20:24

Inizio totalità – 21:30

Massimo – 22:22

Fine totalità – 23:13

Uscita dall’ombra – 00:19

Uscita dalla Penombra – 01:28

Il 27 ci sarà la Luna piena più piccola.”

(Da Articolo Visione Alchemica http://www.visionealchemica.com/27-luglio-leclissi).

Iniziamo con ordine: In questo Plenilunio avremo la Luna strettamente congiunta a Marte e Nodo Lunare Sud, nel segno dell’Acquario, in opposizione al Sole e Nodo Lunare Nord in Leone, entrambi in quadratura a Urano nel Toro.

Non si può dire che questa sia una configurazione facile: la Croce dei segni Fissi produce una tensione interna tra il bisogno di individualità, libertà ed espressione di sé, in contrasto con la ricerca di riconoscimento esterno da parte degli altri. Una lunazione che richiede un grosso salto energetico al di fuori di tutte le nostre zone di sicurezza e dei punti fissi con cui costelliamo il nostro carattere. Crediamo di essere fatti in un determinato modo piuttosto che un altro, emettiamo giudizi, anche inconsapevoli e automatici, su di noi e di conseguenza sugli altri, senza avere la visione completa né di noi stessi né di ciò che ci circonda, perché tutto viene visto e filtrato dal nostro Ego – personalità, che proprio come le lenti e le ottiche degli occhiali da sole, dà colore e tonalità differenti ai nostri avvenimenti.

Cosa succederebbe invece se ci permettessimo, per un attimo di dubitare di ciò che vediamo?

Se le lenti si oscurassero?

Vedo questa Eclissi, come un’occasione di passaggio nella zona dell’ignoto di noi stessi e il permetterci di attraversare la fase delle nostra vita in cui siamo attualmente, qualsiasi essa sia, provando a non darle nome. Rimanendo nella zona del non giudizio.

Acquario – Leone e Toro intessono tra di loro un dialogo tensivo, in cui ognuno pare muoversi dalla sua roccaforte temendo di perdere il dominio del territorio (in questo caso parliamo di territorio psichico) – Ogni simbologia di questi tre segni Fissi – che traversano la centralità della stagione e che fa più fatica nell’essere elastico nei cambiamenti – si esprime in modo differente. L’energia Acquariana della Luna in stretto contatto con Marte in Acquario in moto retrogrado, sarà stimolata attraverso il sentimento dell’inquietudine e la possibile insofferenza a regole e costrizioni, come se quest’ultime, fossero un impedimento alla sua libertà d’espressione. Se abbiamo molti pianeti in Acquario, o osservando la vostra Casa – settore del Tema Natale stimolato dalla Luna – potremmo avvertire improvvise folgorazioni o insight per quanto riguarda le idee innovative, rivoluzionarie che si espandono in sistemi di vita non ancora accettati dai più. L’energia Leone dal polo opposto, in cui troviamo il Sole e il Nodo Lunare Nord, ci farà anche avvertire forte il bisogno di affermarci tramite ciò che illumina la nostra personalità e ci mette in contatto con la nostra forza creativa al centro del cuore e del plesso solare.

Se abbiamo molti pianeti, o il segno solare in Acquario e in Leone, sarà interessante vedere come i bisogni di espressione di entrambi i simboli, saranno accentuati nella direzione estroversa dell’energia – Acquario – condivisione e scoperta attraverso gli altri e la loro molteplice diversità – e dell’energia Leone – valorizzazione creativa dei talenti che gli altri possono vedere e da cui possono sentirsi beneficiati.

L’Asse Fuoco Aria, Leone Acquario, Casa V – Casa XI (in cui cadono proprio Sole e Luna nell’orario italiano dell’Eclissi), ci chiamano alla momentanea uscita dal nostro centro, per “sbilanciarci” negli altrui punto di vista – Io, centro, fulcro, centro vitale, cuore (Leone) e gli Altri, mondo delle idee, cooperazione, collaborazione, progetto comune, spinta sociale (Acquario) – Questo è un nodo importante perché muove i nostri sentimenti di apertura o di chiusura rispetto a quello che gli altri ci provocano. Abbiamo paura di confrontarci? Se si, per quale motivo? Eravamo timidi da piccoli oppure no? Ora come reagiamo quando ci troviamo in mezzo a tante persone che non conosciamo? Siamo curiosi o spaventati?

Stiamo avvicinandoci in questa Era, al concetto, che nessuna divisione in verità esiste nel Tutto, e siamo fratelli nell’appartenere alla razza umana; ma quanto è davvero possibile credere in una realtà di vera cooperazione per il bene comune? Questo è il vero messaggio dell’Energia Acquariana e dell’ingresso recente di Urano nel Toro, che ci porta a riconnetterci con la ricchezza di madre Terra, il nostro territorio di cui tutti disponiamo, per arrivare a una vera condivisione di risorse senza disparità e ingiustizie per nessuno. Ora è ancora un’idea bellissima e utopica, ma potremo iniziare e sentirla ognuno nel suo piccola nella vita di ogni giorno. Nel mito di Urano, spesso associato anche a Prometeo, ha l’ingrato ruolo di essere colui che ruba il fuoco agli Dei, per donarlo agli uomini, e di questo verrà punito dagli Dei che perdono così il loro potere. Il Fuoco della coscienza può liberare gli uomini da un destino ineluttabile, grazie al “fuoco”, potranno essere responsabilmente liberi delle scelte e il libero arbitrio della propria vita.

Inoltre anche l’ultimo segno della Croce Fissa sopra nominata, lo Scorpione, chiude il grande Quadrato, con la sua presenza di Giove nello Scorpione, mettendoci in contatto con la ricerca delle risorse emozionali nascoste in ognuno di noi, oltre le nostre paura, oltre il controllo, abbiamo il pozzo profondo del nostro vero Daimon e del potere personale.

Sole e Luna nel movimento ombra – luce datoci dalla luna dell’eclissi, non solo amplificano un orientamento energetico che ci sposta verso l’interno di noi stessi, ma sembra portarci per mano a contattare una materia che scotta. Sole – Coscienza individuale, principio vitale, cuore che batte al centro del nostro sistema solare, viene sollecitato in maniera repentina, dinamica e provocatoria dalle energie Uraniane: Sole, Marte e Urano spingono sul piano del nostro Io cosciente, per una rivoluzione completa di visione e di scambio con gli altri esseri. Gli altri esseri accanto a noi e oltre noi con altri punti di vista che aprono a diverse connessioni.

Abbiamo bisogno del Sole per vivere, sia livello astronomico come sistema solare, che come simbolo interiore astrologico. La nostra identità, il nostro Eroe, si muove ed esperisce la vita, attraverso i passi di crescita, cicli e transiti del nostro Sole – Eroe – Coscienza, ma cosa succederebbe, se per un attimo tutte le luci si spegnessero, e quel sole smettesse di illuminare? E’ quello che che succederà a livello simbolico nell’Eclissi totale di Luna, in cui è come se dovessimo imparare a stare in un black out energetico.

Ma un black out di cosa? Di ciò che crediamo di essere.

Silenzio e black out dal giudizio costante che emettiamo osservandoci dal punto di vista dell’Io e non dell’Anima, che è più ampia e compassionevole nei nostri confronti. L’Anima è conscia del senso profondo che ricopre ogni minuto e tassello della nostra esistenza che va a comporre un disegno più ampio in cui non c’è bene o male, dolore o felicità, ma solo Esperienza nella materia di cui disponiamo, il nostro corpo fisico.

Se la Luna in Acquario richiama alle energie cristalline della mente e il Sole alla nostra identità conosciuta fino ad ora, la configurazione di quadratura di Urano nel Toro ad entrambi i segni e l’Eclissi, sono un meraviglioso invito a uscire sia dalle griglie della mente, sia da quelle dell’Ego. Un tempo le Eclissi erano molto temute dagli antichi, erano viste come sintomo di presagi nefasti e di accentuazione di paure dell’ignoto. Ora sappiamo che nulla di ciò che temiamo fuori di noi, potrà essere pericoloso, se noi ritroviamo e integriamo la stessa ombra dentro di noi.

Anche la presenza di Mercurio retrogrado, che ha appena iniziato un cammino di retrogradazione nel segno del Leone, potrà accentuare un orientamento dentro, piuttosto che fuori di noi, e vi invito a mantenere la calma e la fiducia, se dovessimo sentire “il mondo che rallenta”, e non soddisfa i nostri piani nell’immediato.

Tra le paure più grosse a livello archetipico dell’essere umano c’è la paura di perdere la memoria e la paura di perdere la propria libertà. Smarrire il filo temporale che lega i nessi logici della nostra identità – sappiamo quanto siano terribili le malattie degenerative della mente o gli incidenti gravi che producono uno stato di shock tale da frantumare ciò che tiene insieme il nostro Io – Coscienza (Sole, simbolo Leone) – e la paura di perdere la libertà (Urano, Acquario) ha governato tutti i rapporti Inter e le guerre tra nazioni. I tentativi di prevaricazione di razze, religioni, territori e stati le studiamo a scuola da quando siamo bambini e sappiamo anche che l’uomo che combatte l’uomo, può arrivare agli stermini di massa, (e non solo degli ebrei), alla crudeltà degli stadi di detenzione, privazione dei diritti umani di base, e questo è quanto di più doloroso possa esistere e basta a spezzare una vita.

Sembra siano solo paure che non ci toccano da vicino nella nostra vita di ogni giorno, ma non è così. Noi possiamo permetterci di non sentirci toccati profondamente rimanendo distaccati da ciò che leggiamo sui giornali e nelle parti di mondo in cui non viviamo. Ma se provassimo a vederci dall’alto, ognuno di noi, piccolo nel suo sistema di sopravvivenza primaria – Toro, Leone, Acquario e Scorpione – le quattro energie che muovono le paure della sopravvivenza, dove anche noi attuiamo comportamenti e atti volti a evitare questa paura archetipica sotterranea? Chiediamoci con profonda onestà queste domande in questo Plenilunio:

Sono ancora legato a delle convinzioni che mi impediscono di proseguire più libero?

Quali guerre di religione, razza o territorio, io faccio ogni giorno nel mio piccolo non considerando gli altri intorno a me?

Ascolto gli altrui punti di vista, gli stimoli, gli scambi nuovi, o mi arrocco nelle mie certezze?

E dove ancora ho paura di perdermi, perdere il “me stesso” che conosco, per aprirmi invece al diverso da me? In me e fuori di me?

Dove ho paura di essere sopraffatto e prevaricato?

Allontano ciò che è diverso da me? Ne ho paura?

Noi tendiamo ad attirare nelle nostre vite le energie con cui con naturalezza e senza sforzo siamo in risonanza, per questo è così difficile mutare gli avvenimenti nel piano della materia, se non mutiamo prima qualcosa interiormente. Attiriamo amici simili a noi, fidanzati e famigliari con i nostri stessi nodi (anche se spesso lo neghiamo), luoghi di mondo con cui già siamo in contatto. Osserviamo il punto in cui siamo ora, connettiamoci in silenzio e osserviamo. Proviamo a percepire le nostre difficoltà e accorgerci che esse non si muovono da sole, ma appartengono a molti di noi e chiuderci non sarà più di protezione, ma creerà isolamento e l’aumento delle paure. Aprirci alla condivisione, all’esplorazione di nuove soluzioni non conosciute, potrà formare lentamente e passo, passo, un mondo più libero di esprimersi, in cui non ci saranno esseri che sopraffanno altri esseri e altri intransigenti anche con se stessi, come spesso facciamo con noi e le nostre fragilità, ma in una diversa condizione di apertura e scoperta della vita che sorge ogni minuto. Dall’ombra alla luce in un ciclo continuo di mutamento.

La Parola Magica
Il primo libro che ti cambia mentre lo leggi con il potere dell’intelligenza linguistica
Mondadori?pn=4652″ title=”Mondadori” >Mondadori

Voto medio su 5 recensioni: Da non perdere

€ 17

La diversità come risorsa e opportunità, la Luna Acquariana e questo per me il profondo significato della lunga Eclissi; un riorientamento e spostamento di asse, una presa di coscienza nuova da seminare nelle nostre vite.

Buon Plenilunio a tutti,

Anna Elisa Albanese

CORSI DI ASTROLOGIA UMANISTICA CALENDARIO 2018/19 

 

SEGUI LA PAGINA FACEBOOK SENTIERO ASTROLOGICO   logo-facebook--blog-alhi-18

Fonte : https://www.sentieroastrologico.it/luna-piena-in-acquario-ed-eclissi-lunare-27-luglio-2018/

Manifestare con la Luna
Come sfruttare il potere della luna per realizzare i tuoi desideri
L’Età dell’Acquario Edizioni?pn=4652″ title=”L’Età dell’Acquario Edizioni” >L’Età dell’Acquario Edizioni

Voto medio su 28 recensioni: Da non perdere

€ 16

 

Loading…

Grazie...

Condividi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.