l'alba del sesto sole

LUNA PIENA IN TORO -4 NOVEMBRE 2017 : Operiamo una grande trasformazione alchemica

| 0 commenti

Nei giorni di luna piena l’universo dispone sulla terra le massime energie di integrazione del maschile e del femminile. Siamo chiamati a riunirci e abbiamo questa grande possibilità di vivere l’unificazione nella materia nella misura in cui abbiamo ricongiunto gli opposti lavorando su di noi. Allo stesso modo ogni luna piena che ci mostra le divisioni e le polarità che ancora abbiamo e ci da la possibilità di operare una grande trasformazione alchemica, di risanare i blocchi che ci dividono interiormente e che manifestano conflitti nella vita.

Ogni luna piena porta con se differenti qualità e contenuti. Una luna piena in toro, a livello astrologico, mostra l’ opposizione del sole in scorpione alla luna nel segno del toro. In astrologia quantistica, l’opposizione planetaria serve a ricostruire le interconnessioni cosmiche che sono state scisse per dare vita alla dualità, per identificarsi in un “ego” distinto e separato, per creare la psiche, la personalità e, di riflesso, la materia. Chi si trova nella fase evolutiva chiamata “ascensione”, ha il compito di ritornare alla propria anima, ossia al “Tutto Uno Originario” che vive nell’uomo, ricucendo  queste “guerre galattiche”, create nella fase precedente, la “caduta nella materia”.

Per analizzare una luna piena partiremo quindi dalle possibili unificazioni o separazioni che può portare alla luce in conseguenza alla configurazione del cielo.

Lo scorpione è il potere vero, la capacità di lasciare quello che è finito, di morire e di rinnovarsi, è l’essere  oltre la materia, al di là di tutto quello che è possibile perdere. Il toro è invece il radicamento, la sicurezza, l’abbondanza e la prosperità, il contatto con la madre terra, con la semplicità e le gioie della vita.

Durante questa specifica luna piena i due segni zodiacali si stanno connettendo dentro di noi attraverso i seguenti canali energetici:

1-La produttività, il nutrimento, l’abbondanza. Possiamo essere ricchi, ma non attaccati al denaro, possiamo vivere il cibo in modo più naturale e sano fluendo nel senso di prosperità di Madre Terra senza bisogno di possesso o accumulo. Possiamo comprendere il giusto modo di produrre, di operare la missione individuale seguendo il talento naturale che abbiamo, senza sottometterci al denaro e senza rifiutarlo. C’è una possibilità più o meno vicina di lasciare doveri e lavori: vivere di passioni. Il vero talento può essere reso altamente redditizio. Possiamo lasciare importanti frutti al mondo e allo stesso tempo raccogliere quello che ci sta donando a braccia aperte: basta se ci apriamo all’abbondanza. E’ necessario trasmutare il senso di poverta, scarsità, privazione, accumulo, oppure distacco e rifiuto della materialità, l’ iperlavoro o l’inattività, l’ attaccamento ecc..

2-Il lato animale e gli stinti naturali.  Possiamo lasciarci andare al nostro lato più selvaggio ed “elfico”, comprendendo dove non ci lasciamo andare, per paura o per autocontrollo, dove siamo trattenuti, dove l’energia animale non viene vissuta. Oppure, al contrario, ci accorgiamo dove perdiamo il controllo a causa di mondi interiori inconsapevoli e visti come mostruosi. E’ la luna del contatto con gli animali, del lasciarsi andare alla bellezza e maestria del corpo. Possiamo dominare le forza brade, domare e domarci, comprendere dove bisogna regolarsi e dove invece permettere che gli argini si rompano. E’ anche la luna della purificazione della nostra forma fisica ed emozionale, resa artificiale in quanto allontanata e distorta dalla natura primordiale.

3-L’unione con gli altri, in ambito sia relazionale e sentimentale che lavorativo, parentale ecc. Possiamo vivere l’unione senza limitare la libertà personale, possiamo onorare dei patti con gli altri senza sentirci in gabbia: basta che sentiamo il radicamento e il contatto con la terra senza creare legami che derivano dall’insicurezza, dall’attaccamento, dalla paura di perdere.

4-Fiducia oltre le sicurezza. Da una parte ci basiamo sulle solidità che abbiamo realizzato, dall’altra abbiamo bisogno di affidarci al nuovo, all’altro, di evolvere e trasmutare quello in cui crediamo.

5-Luna sciamanica e spirituale. La madre terra, il corpo, il cibo, la meteria ecc.. si accordano al nostro lato universale,  all’amore cosmico, all’indeterminato in noi. Possiamo canalizzare l’anima grazie alla fusione con la terra, con il fisico, coi piaceri, col calore e con la semplicità della vita.

Dove queste energie fluiscono senza dividerci fra scorpione e toro sentiamo l’amore che apre il cuore e attraiamo eventi magici e bellissimi. Dove siamo in conflitto fra i due segni sentiamo energie negative o possiamo attrarre situazioni che le faranno emergere. Lo scopo è accogliere il segno rifiutato accettandolo: è il conflitto interiore che lo giudica e lo allontana. Per questo le lune spesso amplificano il mondo umorale o possono addirittura manifestarsi con somatizzazioni fisiche. Ma una luna piena reca sempre in se il mistero alchemico che riunisce le stelle. Dobbiamo solo portare consapevolezza, accogliere le sensazioni che porta, lasciare emergere le zone d’ombra e poi affidarci a lei, al suo potere magico. 

ll cuore può sbocciare, la vita guarire, i miracoli avvenire… Siamo noi i creatori della realtà.

SCORPIONE CHE ESCLUDE IL TORO: Svincolamento, fuga dall’unione, trattenimento, ricerca di potere, controllo, rifiuto della materia, dilapidazione, improduttività dominazione ecc..

TORO CHE ESCLUDE LO SCORPIONE: attaccamento a persone a cose, al cibo, accumulo, paura di perdere, senso di povertà, iperproduttività, fame ecc..

SCORPIONE UNITO AL TORO: radicamento, relazione, contatto magico col corpo e con la natura, ricchezza, magia della terra, fede nel nuovo e negli altri.

Alessandro Pandolfi

Fonte : http://astrologiaquantistica.it/?p=322

Pagina FB :https://www.facebook.com/alessandro.pandolfi.50746


 


Grazie...

Condividi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.