Sabato 27 Febbraio, alle ore 8.18, ci sarà una splendida Luna a 8°nel segno di Terra della Vergine che farà sentire tutta  la sua vibrante energia ponendosi in opposizione  al Sole e a Venere appena entrata nel segno dei Pesci.
Sappiamo bene ormai che quando Luna e Sole si pongono l’uno di fronte all’altro enfatizzano ancor di più le caratteristiche dei segni in cui vengono a trovarsi esprimendo al massimo l’energia dell’archetipo corrispondente.
Qui abbiamo un Sole nettuniano teso più che mai verso l’Infinito che è in diretto collegamento con le dimensioni sottili, che sa percepire frequenze e vibrazioni di altri mondi, che sa commuoversi e fondersi nell’Amore universale, rafforzato da Venere, l’astro dell’amore con cui è armoniosamente alleato.
L’energia “pescina” si manifesta in tutto ciò che travalica confini ben precisi e rifiuta i limiti di un corpo e di una realtà fatta di sola concretezza e razionalità e sappiamo bene che Venere è colei che riesce a trovare armonia ed unione tra gli opposti; non a caso nell’antica Grecia, era l’amante di Marte.
Al contrario la Luna nel segno logico e analitico della Vergine è una Luna di Terra quindi ben ancorata nella materia, è l’energia della Grande Madre che si prende cura di tutto ciò che ha creato con attenzione ed efficienza, non tralasciando alcun dettaglio poiché il suo amore si manifesta proprio nei gesti concreti e quotidiani e nel dare la giusta importanza al corpo in quanto recipiente sacro di un’anima incarnata e con la consapevolezza che tutto su questa Terra è soggetto al mutamento e non può rimanere inalterato.
Ci troviamo di fronte ad una splendida dialettica tra la potenza dell’Universo infinito nella sua possibilità di creare sempre nuove realtà ( Sole in Pesci) e di comprendere con il cuore il senso delle cose e la percezione limitata della realtà ordinaria dei nostri sensi che non riescono a percepire la vita nella sua  totalità in quanto viviamo in un mondo duale che ci insegna a sperimentare la Vita attraverso la separazione e l’analisi più che a sentirla intuitivamente.
Ma la Luna in Vergine rappresenta anche la presa di consapevolezza della sacralità della nostra materia in quanto tempio divino della nostra essenza più pura ed è questo il vero messaggio che anticamente era associato a questo segno di Terra la cui Vergine non era affatto la fanciulla illibata che ci è stato tramandato nelle epoche moderne, anzi.
Etimologicamente “Virgo” si riallaccia alla radice indoeuropea  Varg che significa gonfio, turgido, rigoglioso (Stessa radice etimologica che troviamo anche nella parola orgasmo non a caso) e quindi possiamo facilmente comprendere che nel corso del tempo alcune parole hanno assunto un significato completamente distorto rispetto al loro significato originario.
Lo stato di “illibatezza della vergine” pertanto non ha molto a che fare con la castità, quanto invece col suo essere pura ed incontaminata dalle energie che ne limitano la sua naturale potenza.
Non a caso  quando parliamo di un luogo pieno di vita rimasto intatto nel suo stato originario  si usa proprio questa parola come ad esempio quando diciamo una foresta vergine.
Questa meravigliosa Luna piena posta di fronte a Sole e Venere in Pesci ci parla proprio del rapporto tra l’energia pura ed incontaminata della nostra anima che ha scelto di manifestarsi nei limiti del nostro corpo fisico ed il collegamento con la possibilità di rispecchiarsi nello Spirito che non conosce alcun limite spazio temporale :esperienza che ci può portare a comprendere la sacralità del nostro corpo materiale e dargli la giusta importanza da una prospettiva più ampia.
Ciò che può insegnarci questa dialettica tra luminari è a trovare l’equilibrio tra microcosmo e macrocosmo, ossia una giusta comprensione delle cose nel riconoscimento che è bene avere cura di noi stessi, occuparci del nostro corpo e della nostra salute, riconoscere che senza la giusta attenzione tutto è soggetto al divenire di un tempo che implacabilmente fa il suo corso (Luna in Vergine), ma allo stesso tempo non avere ansia per questo, non “attaccarsi” troppo al proprio corpo ed a ciò che di caduceo c’è nella vita, senza disperazione alcuna ma con l’assoluta certezza che la nostra anima è destinata invece all’immortalità.
L’energia del Sole in Pesci ci può insegnare proprio a superare i nostri limiti razionali, mentali ed egoici poiché per sua natura comprende che l’essenza di tutte le cose in realtà è imperitura, essendo noi essenzialmente energia, siamo soggetti a costanti mutamenti, quindi già sapere e accettare questo importante legge divina ci può aiutare a comprendere che non ha senso continuare a resistere al cambiamento e che è arrivato davvero il momento di lasciar andare ciò che cerchiamo con tutte le nostre forze di trattenere che è anche causa di tanta sofferenza….
Cogliamo l’occasione per comprendere che é necessario, adesso più che mai trovare l’equilibrio tra i bisogni del nostro corpo e quelli più elevati del piano divino della nostra Anima che ha scelto di farci attraversare questo periodo storico di grandissima trasformazione… E se non  l’abbiamo trovato o abbiamo bisogno di ristabilirlo, impariamo ad essere grati comunque per l’esperienza che la nostra anima ci permette di fare avendo assunto un corpo  umano ma comprendiamo che l’attaccamento alle cose, così come alle abitudini, alle idee, alle persone ecc. Ecc. produce solo sofferenza mentre dalla comprensione profonda che una delle leggi della Vita è che tutto è in continuo mutamento potremmo imparare a lasciar andare ciò che in questo tempo così particolare è stato distrutto per ritornare a fluire con la Vita, nella fiducia che c’è un senso in tutto questo, anche se adesso per noi è difficile comprenderlo.
Inoltre la Luna e Sole e Venere formano tutti e tre aspetti benevoli ad Urano che ponendosi come punto di Talete ci suggerisce che questa potente energia del plenilunio ci introdurrà nel cuore del cambiamento del nostro mondo aiutandoci ad accogliere con sempre meno resistenze il nuovo, ma anzi cavalcando l’onda della grande trasformazione che stiamo vivendo.
Questo cielo, inoltre, sarà caratterizzato anche da uno splendido trigono tra Plutone e Marte.
Due pianeti potentissimi, che ci parlano di nuova forza per dare alle nostre energie  nuovo slancio costruttivo sulla base delle nostre profonde motivazioni poiché l’alleanza tra i due pianeti ci consente soprattutto di riappropriarci del nostro potere personale, decidendo  di non subire più il potere di chi non riconosciamo più come un’autorita’ capace di venire davvero incontro alle nostre reali esigenze .
Questo si traduce in momenti di scelte importanti di vita che alcuni di noi stanno attraversando in questi mesi, dalle relazioni alle attività professionali, ci si muove  verso una metamorfosi più o meno consapevolmente.. la differenza la fa sempre il nostro stato di coscienza.
Ricordiamoci sempre che qualunque cosa accada fuori noi abbiamo sempre il potere di scegliere cosa fare, è un nostro diritto dalla nascita… Al di là di ciò che vogliano farci credere…
Buona Luna piena a tutti.
Con Amore 💙
Patrizia Flavia Quarta
Se il mio sito per te è fonte di
crescita ed evoluzione
sostienilo con una donazione



Grazie

Loading…

Lascia un commento