l'alba del sesto sole

MARTE IN SAGITTARIO QUADRATO A CHIRONE IN PESCI NEL GIORNO DEL CANE BIANCO AUTO-ESISTENTE, KIN 30 – ATTRAVERSARE IL DISAGIO E’ NORMALE ORA

| 0 commenti

 
 
Dai primi giorni di marzo fin verso la fine del mese Marte, negli ultimi gradi del Sagittario, forma un aspetto di quadratura con Chirone agli ultimi gradi dei Pesci (27°/28°). La nostra parte più spavalda si confronta e giudica la parte fragile, che è molto stanca del lungo errare nella densità dell’esistenza. C’è una resistenza finale, un colpo di coda di durezza, proprio quando sembrava fossimo arrivati a contattare una banca dati piena di informazioni utili per la guarigione.
Interessante è verificare il significato psicosomatico di questi due Segni, il primo di Fuoco ed il secondo d’Acqua. Il Sagittario scarica sul fegato, la cui emozione primaria è la rabbia, la virtù il coraggio. Marte, pianeta che governa un altro Segno di Fuoco, l’Ariete, rimane in Sagittario dal 27 gennaio al 17 marzo ed in questo periodo tende ad accendere il fegato, creando un’atmosfera interiore di grinta, che può però sfociare in irrequietezza nel momento in cui non ci si permette di dare una spinta alle situazioni statiche della nostra vita, simboleggiate in questo caso da Chirone nei Pesci.
Questo Segno d’Acqua scarica le somatizzazioni sul Triplice Riscaldatore, punto somatico della Medicina Tradizionale Cinese composto dal sistema linfatico, sistema ormonale e sistema immunitario, portando spesso il corpo ad essere iper-reattivo.
A livello emozionale siamo dunque bersagliati da conflitti interiori e da auto-accuse di inefficienza o resistenza all’azione. Da una parte sentiamo che vorremmo spaccare il mondo, metterci a dieta per sentirci meglio, meditare due ore al giorno per trascendere; dall’altra non riusciamo a mettere insieme due passi consecutivi che abbiano un senso, vorremmo solo dormire e riposarci da qui a maggio.
Come sempre le quadrature (aspetto di 90° tra due pianeti) offrono occasioni in cui sedersi ad osservare se stessi. A meno che non vogliamo vivere dentro un frullatore emozionale di becero chiacchiericcio mentale auto-punitivo, l’unica cosa da fare è assecondare un movimento di ritiro interiore e di silenzio, in cui osservare quanto a volte sia forte l’impulso di misurarsi, confrontarsi, pretendendo da se stessi risultati che in realtà non vorremmo neanche.
E’ faticoso lasciar andare questo atteggiamento, ma quanto ci solleverebbe smettere di chiedere a se stessi di essere all’altezza di una data situazione?
In realtà l’insegnamento di questo aspetto così difficoltoso a livello emozionale è di muoverci così come ci viene meglio. Se non ci sentiamo all’altezza di un dato lavoro, di una situazione, troviamo dentro di noi la grinta di portarla avanti con quella poca quantità di autostima di cui disponiamo. Se ci sentiamo stanchi, non sentiamo di riuscire ma le circostanze ci richiedono la presenza, andiamo con l’energia a nostra disposizione, senza pretendere di tirarne fuori di più. Perché ora non ce n’è di più.
Questo crea una morbidezza, una poca resistenza, una forte permeabilità dell’animo da parte di ciò che accade fuori. Impariamo a non difenderci necessariamente, perché non ne abbiamo la forza, abbassando i muri della diffidenza. Chissà cosa può svelarsi oltre?
Quando Chirone entrerà in Ariete il prossimo 17 aprile avremo più chiaro il nuovo panorama. Però intanto questa ultima lezione direttamente sul campo dell’esistenza può essere molto interessante da assimilare.
Ricordo che stiamo navigando dentro l’Onda Incantata della Mano Blu, i 13 giorni dedicati alla guarigione di qualunque situazione necessiti di riequilibrio (fino al 18 marzo).
Oggi siamo nel quarto giorno, Cane Bianco Auto-Esistente, Kin 30, l’energia che invita a dare forma a ciò che percepiamo essere amore. Cosa significa essere fedele a se stessi? Quando ci siamo accorti di esserci traditi? Stiamo soffrendo per un tradimento subito? Può essere questo evento uno specchio per un tradimento perpetrato verso noi stessi? Ci stiamo veramente rispettando?

Oggi è il terzo giorno della 33° Eptade (settimana) dell’anno del Seme Giallo Cristallo, Kin 64, P.A.G., prima Eptade della Luna Solare (nona Luna), la Luna dell’Intenzione. Il Plasma Radiale (carica elettrica) di oggi è Gamma, collegato con il Sesto Chakra, Sfera Mentale posizionata all’attaccatura del naso.

Ogni giorno della settimana attiviamo una Sfera Mentale collegandoci con il Chakra corrispondente, inspirando la carica elettrica attraverso quel Chakra. Completiamo ogni 7 giorni il circuito che porta alla unificazione dei due emisferi cerebrali, per superare la divisione del corpo calloso.
Per approfondire questo argomento leggi QUI. Si consiglia inoltre l’acquisto di una copia del Sincronario Galattico delle 13 Lune di 28 giorni.
In lak’ech! (Io Sono Un Altro Me Stesso)
Stefania Gyan Salila
Sincronario Galattico 2017-2018
13 Lune di 28 Giorni. Anno del Seme Cristallo Giallo 26/7/2017 – 24/7/2018

Voto medio su 3 recensioni: Buono

€ 13

Loading…

Grazie...

Condividi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.