l'alba del sesto sole

NOVEMBRE 2018: “LA COSTRUZIONE DEL FIORE”, JOELE SAHEL SCHIAVONE.

| 0 commenti

 

 

Il mese di Novembre è un mese di profondità nel quale i commensali al tavolo dell’esistenza scelgono i partner  con cui accompagnarsi nell’arco della serata. La scelta dei partner riflette lo stato d’animo di ogni commensale che con un portamento fiero va incontro ad un altro specchio, ad un successivo insegnamento di cui l’altro rappresenta il portatore, e la forma. Se l’insegnamento che l’altro ci porta non ci piace, è inutile prendersela con il portatore, il messaggio è lì per noi e anche cambiando partner sempre quello stesso messaggio tornerà a noi con un diverso portatore fino a che non sceglieremo di accoglierlo, di integrarlo nella nostra persona. Al centro della sala degli invitati si apre un cerchio dove inizia la danza, si scambiano in questo mese esperienze, visioni, ricerche è utile rimanere connessi con ciò che chi abbiamo vicino ci può dire o svelare rispetto ad una situazione o ad un qualcosa che ci riguarda. Ascoltiamo il mondo intorno a noi perché nello scambio e nella comunicazione potrebbe arrivare un nuovo strumento per leggere la realtà vissuta.

L’Anima di questo mese ci parla di rinnovamento, come di un invito che scegliamo con maggiore presenza di accogliere, o di non accogliere, è un mese nel quale scegliamo quali strade intraprendere e dove porre le fondamenta per la costruzione della nostra casa. La delicatezza e la gentilezza ci chiederanno di essere esplorate nel contatto con l’altro, ricordando che: “ogni uomo, ogni donna sta combattendo una battaglia di cui non siamo consapevoli”, una battaglia che va onorata e rispettata come gli errori necessari per comprendere i passi del cammino, non giudichiamo… prendiamolo come un mantra, non giudichiamo ma anzi diamo all’altro la parte migliore di sé dalla quale iniziare a scalare i gradini della coscienza.

Mark Spain

In questo mese ciò che ci è familiare potrà essere un punto di contatto con la realtà circostante che ci chiederà pazienzatenaciaperseveranza e di progettare un qualcosa a prescindere dall’ambito, è il momento di metterci al lavoro e di tirare fuori dalla borsa tutti gli strumenti da lavoro, fisici o metafisici che siano. L’Archetipo di questo mese 22/4 di Novembre sarà: “Il Costruttore” ma anche “L’Alchimista”, andremo a trasformare situazioni confusionarie in spazi definiti, per fare questo però dovremo vivere realmente i momenti di dolore dandoci il permesso di essere nel dolore, di viverlo, di respirarlo con calma e silenzio. Dalle prove di questo mese ci verrà richiesto di definire una linea, una linea guida rispetto a ciò che vogliamo vivere e non vivere, comprendendo qual è il nostro posto preciso, delimitato, strutturato nel mondo.

Dal cappello illimitato e tumultuoso del Cappellaio Matto andiamo a estrarre una spada – simbolo di discernimento, di protezione e di conoscenza dalle cui labbra nasce un amore sapiente, una lanterna di pace, una bussola sicura. Andiamo incontro al sogno e alla veglia, entriamo nella realtà di Novembre come dei cercatori sulla via della propria verità, e passo dopo passo sciogliamo i nodi che ci stringono il petto, e i rapporti che invece di portarci ad un’espansione ci portano ad una costrizione, ad un annichilimento dell’Anima. E’ il tempo di liberarci da ciò che non ci soddisfa, con discernimento, previdenza e prudenza ma non con paura o con una razionalità cieca che invece di supportarci ci toglierebbe la fede. Troviamo l’equilibrio esatto tra desiderio e dovere in cui costruire la nostra realtà, preparando e posizionando i materiali della Torre, Capanna, Tenda,  Casa della nostra Anima qui, in terra.

ThE TuRiN WiZaRd

Nei giorni a venire lo specchio maestoso del visibile ci mostrerà esattamente e velocemente ciò che dentro di noi si muove, mostrandoci all’esterno la nostra realtà interiore, se proviamo paura potremo andare incontro a situazioni che ci infondono la stessa identica paura, se continuiamo a giudicarci vivremo fuori il giudizio che qualcun’altro muoverà su di noi o al contrario giudicheremo reattivamente, se sentiamo di essere difettosi potremmo accorgerci di come questo faccia nascere in chi ci circonda l’idea corrispondente… proviamo solo per un attimo a comprendere questa Legge, ciò che in Ermete Trismegisto era quel “come in alto così in basso, come dentro così fuori”, una Legge che ci mostra come la realtà esterna sia esattamente la realtà interna svelataci… fino a che incolperemo l’esterno sarà il nostro interno a boicottarci ed a sfuggirci. Impariamo a vedere dentro di noi….

I consigli che vi do per questo mese di Novembre sono ispirati a tre carte che ho estratto dal mazzo de “L’Angelo Custode” di Surabhi E. Guastalla e sono:

13. CONTATTO

Ricerca il contatto profondo in ciò che ti circonda, senti profondamente quello che stai chiedendo all’Universo in questo momento andando al di là di ciò che credi di pensare, volere, desiderare… se la tua realtà esterna non ti soddisfa ciò vuol dire che dentro di te c’è un altro te che ti sabota dall’interno portando disordine lì dove una parte di te vorrebbe ordine, e discordia, lì dove una parte di te vorrebbe concordia. Approfondisci quegli aspetti che dentro di te cambiano le carte in regola, portandoti a vivere un qualcosa che non ti fa risplendere della tua luce.

Conceptual still life photos | Affirmations and Visualisation | Mirror reflection manipulation | Photoshop ideas

40.  ESPERIENZA

Confrontati con ciò che ti circonda, e affronta con coraggio la vita che stai vivendo. Non ti tirare indietro dinanzi a sfide ma anzi avanza comprendendo quello che hanno da dirti, da insegnarti. Accogli il dolore così come la gioia, vai incontro a ciò che ti viene richiesto e poi scegli dove essere e cosa costruire giorno per giorno, essendo presente comprendi mentre cammini se i tuoi passi corrispondono al tuo bene più espanso, e nel caso non fossero bene cambia passo, o cammino. Sii presente, incarnato, saldo. Centrati sul cuore, impara ad ascoltarlo, usa la testa come serva dell’Anima, non divenire tu servo di una mente cieca. Rassoda la tua volontà e vai avanti perseverante, fiero, intelligibilmente sapiente. Usa le tue qualità, e lavora sui tuoi difetti, tu sei la materia dalla quale la tua realtà prende forma.

Beautiful sea birds

28. SEMPLICITA’

Sii semplice. A volte non servono grandi parole, storiche azioni, passionali emozionali. Sii semplice, sii vero, sii te stesso.

.....çay....

Buon mese di riscoperta e costruzione, che gli strumenti vi appaiano chiari e ancor di più la via della vostra esistenza. Abbiate il coraggio di essere, attimo dopo attimo, chi avete scelto e sceglierete di essere.

Joele Sahel Schiavone, ricercatore e studioso nel campo della Numerologia Integrata, per consultazioni individuali: sahel.joele@gmail.com

Fonte : https://joelesahelschiavone.wordpress.com/2018/10/29/novembre-2018-la-costruzione-del-fiore

Pensa Positivo - Agenda 2019
Un anno di ispirazione per la mente, il corpo e lo spirito
€ 17,90

Beatiful World - Agenda 2019
Con rilegatura a spirale
€ 14,99

Loading…

Grazie...

Condividi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.