l'alba del sesto sole

NOVILUNIO IN AQUARIO CONGIUNTO A LILITH – 4 FEBBRAIO 2019 di Claudia Sapienza

| 0 commenti

Se non osservi antiche credenze mentali che continuano a convincerti che devi difendere a tutti costi la tua originalità per rivendicare il tuo posto 
nel regno dei cieli continuerai a rimanere succube degli e eventi e 
schiavo di un ego che non ti vuole felice!

La Luna colma di intensità dello scorso Plenilunio che grazie ad un Eclissi Totale ci ha mostrato le ferite dell’ego ancora sanguinanti, nel suo percorso calante si ricongiunge nuovamente al Sole dando ora inizio ad un nuovo ciclo e dandoci dunque la possibilità di seminare un nuovo intento. 
Proprio due giorni dopo la Candelora, giorno in cui si festeggia il ritorno della Luce nella materia e dunque anche il calore.
Infatti dal 2 Febbraio ogni seme piantato nella terra diventa più forte e vitale e si prepara per sbocciare con maggior forza ed energia quando sarà il suo momento! Pertanto il tuo intento potrebbe avere la stessa forza, stimolandoti a dare vita ad un nuovo inizio che darà i suoi frutti quando il tempo sarà maturo!

Quando mi riferisco ad un nuovo ciclo non voglio mai intendere che se ne é concluso uno! Infatti ogni esperienza ed opportunità è sempre collegata a quella precedente, come la morte è sempre collegata alla vita. Nulla si chiude o si apre! Nulla muore o finisce, ma tutto si rigenera in continuazione anche attraverso un processo trasformativo!

Come sono state queste due settimane?

Hai seguito l’invito dell’eclissi Totale di Luna appena trascorso?
Cosa hai visto?
Ti sei sentito bloccato, fermo, inerte come morto e ti sei lasciato sopraffare da emozioni che ancora cerchi di contrastare, non hai sentito nulla o hai seguito le emozioni in profondità per andare a vedere la storia che continui ancora a creare senza rendertene conto, ma soprattutto … sei riuscita a seguire e vedere quelle emozioni che tanto temi?

Ovviamente queste sono domande che puoi e devi porre solo a te stessa cara anima ma con estrema sincerità! Quello che io posso offrirti è l’invito successivo che si presenta con questo importantissimo Novilunio che si fermerà il 4 Febbraio alle 22:03 nel segno dell’Aquario ed in casa quinta, nella dimora del Leone, suo segno opposto! e si congiungerà a Mercurio e a Lilith entrambi in Aquario, pertanto li citerò entrambi in seguito.
Questo Novilunio verrà anche sostenuto da Giove in Sagittario che vibrerà nella dimora di Mercurio (che citeremo in seguito), pertanto si presta come ottimo stimolo a cambiare le credenze mentali!

In questo cielo apparentemente oscuro iniziamo a mettere un pò di luce sulla casa quinta!

La casa quinta è la casa del Leone!
La casa del Sole!
La casa della Luce!
La casa della creazione!
La casa del gioco!
La casa dei figli!
La casa della gioia!
La casa dell’innamoramento e delle fusioni amorose!
La casa del divertimento!
La casa della vita e della spensieratezza!

Pertanto ti verrà mostrato cosa ti impedisce di vivere la vita con gioia e cosa ti impedisce di percepirti vita in manifestazione, pura creazione divina, nata per sperimentare la vita come fosse un gioco!

Il Segno dell’Aquario è invece il segno del ribelle! del rivoluzionario! dell’anti-conformista! di colui che va contro le regole (soprattutto imposte!), del genio incompreso, ma anche di colui nato per portare un cambiamento in questo mondo! Tende spesso a fare paragoni (come ogni altro segno certo), ma il paragone dell’Aquario ha uno spirito più ribelle, pertanto il suo paragone è in cerca di approvazione in modo opposto, ovvero non conformandosi agli altri, ma lottando contro regole imposte e contro l’autorità, proprio come ha fatto Lilith ribellandosi al volere di Adamo interpretando il volere di Dio.

Nella ricerca della sua unicità e nel voler essere accettata così come è l’anima Aquario diventa vittima di un ego e del passato contro il quale cerca di lottare, continuando invano a cercare riconoscimento sperando di conquistare un valore che teme di aver perso tanto tempo fa, magari avendo vissuto la dolorosa esperienza dell’esilio, del rifiuto e dell’abbandono che hanno condotto alla morte.

Luna, Corpo, Amore
La trasformazione dell’energia femminile attraverso il sangue e le emozioni

Voto medio su 9 recensioni: Da non perdere

€ 15,00

Mercurio rappresenta il mentale inferiore, ma trovandosi in Aquario ci stimola raggiungere il mentale superiore! Raggiungerlo però non è affatto facile se siamo identificati con il Karma ed il passato in cerca di riconoscimento pertanto questo Mercurio molto probabilmente agirà volendo mostrare la sua unicità! lottando disperatamente per essere visto! E questo lo dico soprattutto perché al suo fianco vibra la Luna Nera, nota anche come Lilith! e Lilith… diciamolo! Ama essere Lilith! (e vedremo dopo perché).

Lilith in astrologia rappresenta il nostro lato oscuro, il nostro lato ombra, la parte di noi che rifiutiamo vedere, perché a suo tempo è stata rifiutata. E’ la parte di noi più dolorosa, il nostro più grande vuoto interiore, quella parte di noi molto inconscia e lontano dalla personalità che abbiamo deciso di mostrare per sentirci accettati, eppure Lilith si fa sentire eccome, seppure sceglie di non farsi vedere.

Ed ecco “il perché che citavo prima”
Nella mitologia ebraica Lilith sarebbe stata la vera prima moglie di Adamo fino al momento in cui questi l’avrebbe rifiutata per congiungersi a Eva in quanto lei non voleva sottomettersi a nessuno.

Lilith infatti appare fin da subito come una figura tutt’altro che remissiva (pertanto con uno spirito “aquariano”), che ben presto si rifiuta di soggiacere ad Adamo, affermando di essere stata creata uguale a lui, e per questo viene da lui respinta e ripudiata, ma è lei a scegliere di abbandonare il giardino dell’Eden, e viene poi sostituita dalla figura di Eva, donna perfetta che sceglie invece di sottomettersi ad Adamo.
Questa “sostituzione” ha dato il via alla separazione. Questo perché Lilith interpreta il volere di Dio, si ribella al suo volere ed abbandona il giardino dell’Eden, lasciando spazio ad Eva, donna accondiscendente creata da Lilith stessa, che inevitabilmente lascia anche il Regno di Dio con Adamo dando il vita all’unico vero peccato originale, la separazione da Dio!

Eppure se solo Lilith avesse sentito ed accettato il vero invito di Dio, non si sarebbe mai ribellata!
Non le era stato infatti chiesto di sottomettersi all’uomo, ma di “mettersi al di sotto in modo da poterlo aiutare ad elevarsi“, ma questo esempio simbolico non si riferisce affatto all’uomo o alla donna, o a figure realmente esistite, ma si fa riferimento all’energia maschile e a quella femminile, ovvero solo l’amore (energia femminile) può aiutare l’energia maschile ad elevarsi, e ad agire (energia maschile) e scegliere con saggezza. La forza dell’amore può sostenere ed elevare qualsiasi cosa, e per farlo deve “mettersi sotto”.

Insomma siamo realisti, può Dio volere che la donna si sottometta all’uomo?? Solo la mente umana può pensarlo, una mente che ci vuole separati da Dio.

Pertanto Lilith interpreta, si ribella, e si congiunge ai demoni con i quali può esercitare la sua completa libertà di scelta ribellandosi al volere di Dio ed inizia a nutrire il suo volere, il suo ego, che da quel momento in poi ha costantemente bisogno di essere difeso in quanto si sente rifiutato ed attaccato. Dal momento in cui la scissione con la vera fonte è avvenuta, Lilith è caduta preda delle conseguenze del rifiuto e delle sue interpretazioni. E così ancorati alla mitologia anche noi siamo attaccati ed identificati con la parte di noi che si sente sempre rifiutata e continuiamo a difenderci nascondendo un lato oscuro che non vogliamo affrontare.

Ora, … trovandosi il Novilunio in Aquario congiunto a Mercurio (mentale inferiore) e a Lilith (lato oscuro) veniamo innanzitutto invitati ad osservare quanto abbiamo venduto l’anima alla mente che tutto interpreta continuando ad isolarsi e a sentirsi rifiutata e separata da Dio che invece la ama da sempre e per sempre, avendola sostenuta per tutto questo tempo, proprio come ha sostenuto noi in ogni istante ed in ogni dolore. (ma come possiamo sentire il suo sostegno nel mondo di Ade dove custodiamo tutte le nostre emozioni)

Simbologia della Luna
L’archetipo del femminile in Astropsicologia

Voto medio su 5 recensioni: Sufficiente

€ 20,00

Cosa dunque potrebbe suggerire Lilith in Aquario in casa quinta?
Ci vuole mostrare che la parte di noi che si sente esiliata, ripudiata e condannata ci impedisce di vivere la vita, la sessualità ed il piacere con gioia, proprio perché siamo troppo impegnati a difendere le convinzioni del passato!
Ma anche e soprattutto questa configurazione ci vuole mostrare la parte di noi che continua a rinunciare alla vita e alla gioia per dimostrare qualcosa! che ha ragione lei! e che qualcuno prima o poi la vedrà in quel suo dolore che non riesce a domare, neppure nella ribellione. 

Se pertanto Lilith vibra in questa casa insieme a Mercurio e viene potenziata da un Novilunio attraverso una congiunzione, ci viene data la grande opportunità di osservare quali sono le nostre credenze in relazione a Dio, al piacere, alla gioia, allo svago, al divertimento, alla vita, alla creazione, ma anche quanto siamo affezionati a quel ruolo che si ribella ad un Dio reputato giudicante e ad un Adamo ingiusto!

Pertanto comincia col porti queste domande!

Quanto piacere ti concedi?
Quanta gioia vibra nel tuo cuore?
Quanto la respingi (la gioia) e quanto le permetti di far parte della tua vita?
Quanto amore provi per la vita?
Quanto osi giocare come fossi un bambino?
Quanto ancora ti identifichi con un passato che non esiste più?
Quanto abbracci la vita con spensieratezza?
Quanto ti senti libero di esprimerti liberamente, ora! in questo momento?
Quanto ti senti viva e felice di essere viva?
Quanto ti senti innamorato della vita, dell’altro, di te stesso e di Dio?
Ma soprattutto quanto ti senti vista, sostenuta e amata da Dio?

e dunque, quanto ti permetti di accedere (tornare) al Regno dei Cieli? (o forse preferisci rimanere ancora in esilio… )

e se anche ad una di queste domande dovessi rispondere “poco”… 
Allora chiediti: 

Perché??
Cosa ti impedisci di gioire, vivere, divertiti, amare, innamorarti, danzare, creare e venerare la vita come creazione divina?
Perché non celebri la vita con gioia, con gratitudine e con spensieratezza?
Perché non la celebri attraverso il gioco ed il divertimento?
Quanto rinunci a tutto questo e perché?

e poi osserva:

Quali credenze sono legate al tuo “negarti il piacere” in relazione a qualsiasi cosa. In relazione al corpo, alla sessualità, alla vita, al gioco, al divertimento!

Quanto tempo è passato dall’ultima volta che hai preso il pennello in mano, cantato sotto la doccia, danzato come se non ci fosse un domani… quanto tempo è passato dall’ultima volta che hai celebrato la vita con gioia?

Chi o quale esperienza ti ha insegnato che la vita è dura e dolorosa, che va conquistata con fatica, che la gioia non esiste, che qualcuno ti tradirà, che l’amore non esiste e che orami sei un adulto e non c’é più spazio per il divertimento? e che qualcuno (prima o poi) nel tuo dolore finalmente ti vedrà e ti verrà a salvare!

Quando avrai trovato la causa originaria che ti ha convinto che non puoi più divertirti e che per te l’amore non esiste, fosse anche quel vecchio ricordo d’infanzia dove sei stata punita mentre urlavi di gioia….quando scoprirai che il ricordo ancora crea la stessa storia, e quando osserverai chi in realtà ti sta ancora rifiutando (ovvero tu) lascialo andare quel ricordo senza interpretarlo! ed insieme a quel ricordo lascia andare anche la parte ribelle che pensa di ribellarsi a Dio cercando di attirare attenzione. 

Lascia andare qualsiasi ricordo ed esperienza legato alla privazione della vita stessa!

Perché continui ad auto-punirti?
Perché continui ad auto-esiliarti?
Perché continui a difenderti?
Perché continui ad amare la Lilith in te?
Non è nel dolore e nella ribellione che Dio e gli altri ti vedranno. E non è lui a rifiutarti!

Sei tu che hai abbandonato il giardino dell’Eden!
Sei tu che hai abbandonato il regno di Dio! 
Sei tu che ancora interpreti la vita in base al passato, credendo ad una mente che non ti vuole felice!

“Ribellarti a Dio o ad Adamo” rivendicando il tuo potere ti tiene solo prigioniera di te stessa nel mondo degli inferi dove ti illudi di avere potere, quando invece vivi solo nel dolore dell’esilio vendendo l’anima all’ego.

Sei sempre e solo tu che hai abbandonato lo Spirito e la verità che sei, e lo hai fatto nel momento in cui hai seguito la tua mente che ti ha venduto mille illusioni ed altrettante menzogne legate ad interpretazioni mentali a loro volta legate ad una visione antica, arcaica, karmica, e sicuramente passata.

Ancora identificato con quelle antiche credenze che siano legate all’infanzia o al karma, come puoi sentirti viva, felice, e gioioso?

Non puoi!

E dunque se posso darti un consiglio, sfrutta le energie di questo Novilunio ed il sostegno di Giove in Sagittario per seminare questo intento:

Mi impegno a gioire! e dunque sono GIOIA
Mi impegno a vivere! ed dunque sono VITA
Mi innamoro della vita! e dunque mi sento VIVO!
Mi impegno a creare una nuova realtà! perché sono una CREAZIONE!
Mi impegno a divertirmi! perché la vita E’ BELLA!
Mi impegno a danzare sotto la pioggia a piedi nudi! perché voglio SENTIRLA la vita!
Mi impegno a ridere, ridere e RIDERE!
Sento il cuore colmo di gratitudine per tutto quello che ho, ora, in questo momento!

MI SENTO VITA GIOIA E AMORE!

E semmai (nel pronunciare queste parole) dovessi sentire una menzogna, ovvero emozioni contrastanti che ti impediscono di sentire quello che dici! Bene entra in quelle emozioni! ma entraci fino in fondo, perché sono loro che ti impediscono di vivere! e se non le vedi, se non vedi quello che provi e che fai a te stesso, se non attraversi il labirinto emotivo che ti tiene legato al passato, se non riesci a vivere pienamente questo momento, vuol dire che ancora fuggi da qualcosa, e quel qualcosa è un emozione legata alla paura dell’esilio che a sua volta è legata alla paura della morte.

“Dio è tutto intorno a te” – quante volte abbiamo sentito queste parole?
Dio è nel profumo di un fiore, nell’alba, nel tramonto, nel sole, nel canto di un uccellino, nel suono dell’acqua e del mare. Smetti di interpretare le tue emozioni ed il tuo passato, smetti di raccontare la tua storia, perché se la racconti la mantieni in vita e la mente non solo ti distrae da questo momento, ma ti offre un motivo che si maschera davanti alla giustificazione. Se vuoi risvegliarti dall’illusione nella quale sei intrappolata da vite intere, devi renderti conto che sei solo energia in manifestazione , ora! e che Dio non esiste né ieri né domani. Non c’é bisogno di capire da dove arrivano le emozioni e perché (in questo modo le reprimi ancora e continui a giustificarle), l‘unica cosa che conta è che permetti loro di esistere e che le incontri in profondità. 

Una volta che hai lasciato andare tutto quello che eviti e che non vuoi vedere od affrontare, puoi tornare a vivere, a credere, a gioire, ad amare, e a sentirti vita! perché, in realtà il passato non c’entra, non è il passato ad impedirti di vivere il presente, ma sei tu che sei ancora legato al passato ad impedirti di riconoscere di essere solo questo momento! 

Pertanto osserva la Lilith in te!

Sei tu che hai abbandonato il Regno del cieli!

e dunque

Chi ti impedisce di tornarci?

SOLO TU!

Buon Novilunio!

Claudia Sapienza

Se lo desideri puoi ordinare l’invito evolutivo del tuo segno a questa pagina
A questo link invece puoi scaricare SPIRITO, un libro di riflessioni e rivelazioni che ti aiuteranno man mano ad osservare le strategie dell’ego che vuole tenerti lontano dallo Spirito
Oppure puoi seguirmi sulle mie pagine AstroSapienza e AstroMedicineDance)
Se il mio sito per te è fonte di
crescita ed evoluzione
sostienilo con una donazione



Grazie

Loading…

 

 

Grazie...

Condividi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.