di Philippe Francois

L’equinozio è il momento in cui la durata del giorno è uguale a quella della notte, da qui l’equilibrio, l’allineamento da raggiungere tra le energie 5D e 3D…

Gli equinozi sono camere d’equilibrio di aperture energetiche… quindi ci saranno sovrapposizioni con il DOPPIO, stati di fusione, battesimi di fuoco e bagni ionizzanti, irradiazioni, manifestazioni e percezioni varie e varie, FALLIMENTI di stati di non stato, stati di pienezza , di vuoto, di Pace, di Amore, di leggerezza, di benessere.

Queste energie arrivano a colpire alla testa anche le nostre convinzioni,  le nostre costruzioni, mentali e fisiche, affettive e relazionali.

Tutto dipende da dove si trova la coscienza…
Dipende dalle anime, poiché questo processo di metamorfosi, passaggio, allineamento, fusione nella Presenza può essere sperimentato in un lampo.

È vero che i brevi soggiorni in 5D o più, nel cuore dell’eternità, possono creare delusioni importanti che sono le decostruzioni delle energie che non sono più attuali… poiché una volta scesi di nuovo non si vede più allo stesso modo.

Con gli equinozi c’è l’intensità, l’intensità del Fuoco igneo e le energie dell’Amore.

Ciliegina sulla torta, siamo entrati nella precessione degli equinozi, vale a dire che ogni 50.000 anni, questo Sistema Solare ritorna ad un punto di partenza, ad un allineamento con la Sorgente Alcione, che chiamiamo la precessione degli equinozi.

Da quel momento in poi, il sistema solare è soggetto a un bombardamento elettromagnetico di raggi gamma, energie di Alcione ed energie cosmiche…

Questo periodo (da 3 giorni prima e dopo) sono momenti preziosi e silenziosi di Grazia, di estasi, momenti privilegiati di Comunione per l’umanità, così come per ciascuno di noi, con la Presenza del Cristo Solare, l’Essenza della nostra essenza.

Riunirsi, SENZA INTENZIONE, in SILENZIO in questo periodo è benefico. L’Intelligenza della Luce agisce molto più facilmente sull’umanità, quando il Silenzio è in Presenza.

È giunto il momento, all’equinozio, di accogliere Cristo nel nostro Tempio Interiore, nel nostro corpo dove il Verbo si fa Carne… dove vive e si realizza l’alchimia del Fuoco del Cuore che ci permette di riattivare il Tempio. , sulla frequenza della vibrazione dell’Unità, sulla frequenza Unitaria, quella che fa penetrare, in modo definitivo, il nostro ritorno alla nostra Eternità.

Connetterci alla Sorgente ci fa riscoprire che siamo Figli della Legge dell’Uno, Figli della Sorgente, Esseri di Luce in procinto di essere svelati.

Come condiviso in un articolo precedente , la Luce può nascere solo all’interno delle Tenebre, non Luce dalla Sorgente Eterna, ma la rivelazione della Luce che è esaltazione, che è Fuoco e rivelazione.

L’atmosfera e il pianeta sono surriscaldati ed è in questa atmosfera surriscaldata che troviamo il nostro bianco mantello di luce che abbiamo abbandonato al Sole e che si incarna nella densità.

È anche una rivoluzione nella materia densa: la materia è stata creata per essere spiritualizzata, questo è il ruolo della parte di Cristo, questo è ciò che siamo venuti a compiere, in totale libertà.

L’essere è un incontro, è una riunione, è il Matrimonio Celeste… c’è molto da vivere in questi tempi.

Queste onde di luce installano una nuova dimensione (che è palpabile e vive nel Sé), la mutazione c’è, molti la vivono e si riconoscono nello Spirito in questo momento.

“Che i morti seppelliscano i morti!” »

Il che significa, semplicemente, far morire, in noi, ciò che non siamo noi… in primo luogo tutti gli attaccamenti qualunque essi siano.

Al momento del Passaggio, qualunque sia il futuro, ciò che non è illuminato, ciò che non è cancellato, trasmutato e trasformato sarà resistenza.

Fonte: https://philippefrancois.com/ù

letto su : https://pressegalactique.com/2022/09/14/a-tous-les-50-000-ans-nous-entrons-dans-la-precession-des-equinoxes/

Traduzione a cura di Cammina nel Sole

Se il mio sito per te è fonte di
crescita ed evoluzione
sostienilo con una donazione



Grazie

Lascia un commento