l'alba del sesto sole

ONDA INCANTATA DELLA STELLA GIALLA – 26.01/07.02.2018 – LA SINCRONIZZAZIONE CON LA COSCIENZA SOLARE E L’ECLISSI DI SUPERLUNA

| 0 commenti

Dal 26 gennaio al 07 febbraio 2018 navighiamo all’interno dell’Onda di creazione della Stella Gialla, portatrice di grazia e bellezza, collegata a Venere, Stella del Mattino e Luce della Sera.
In effetti la tematica di questi prossimi 13 giorni sarà esattamente questa, l’allineamento al Sole interiore, il risveglio di quel quantum di luce custodito al nostro interno, che ci anima, ci fa sentire vivi ed in sintonia con tutto ciò che c’è, considerando che il Cammino inizia con la Stella Gialla Magnetica, Kin 248, e termina al raggiungimento del Sole Giallo Cosmico, Kin 260, Portale di Attivazione Galattica, ultimo giorno del Modulo Armonico Tzolkin.
Il passaggio dallo stato di coscienza Stella Gialla Magnetica a quello di Sole Giallo Cosmico è un viaggio all’interno delle nostre risorse, nel guardare a noi stessi come esseri di valore, vedendo ciò che siamo, le qualità che emaniamo come strumenti di vita, di servizio, di manifestazione dell’Essenza che ci abita.
Ciò accade sempre ogni volta che entriamo in questo spazio di Tempo creativo, ogni 260 giorni (l’ultima volta è avvenuto dall’11 al 23 maggio 2017). Essendo la conclusione dello Tzolkin, andiamo a concludere tutto ciò che è iniziato nella scorsa primavera 2017, quando è iniziato l’attuale Spin Galattico. Arriva la conclusione di un ciclo, ci giriamo indietro ad onorare ciò che è stato, lasciando andare le scorie del processo di integrazione e poi proseguiamo in un altro giro di esplorazione delle possibilità a nostra disposizione.
Durante l’attuale corso dell’Onda Incantata della Stella Gialla, nel giorno 6, avviene l’Eclissi totale di Superluna, la prima dell’anno. E’ un evento molto potente, come ho scritto in questo POST, che ha la sua manifestazione nel giorno del Viandante dei Cieli Rosso Ritmico, Kin 253, il momento in cui possiamo accettare di contenere una forte natura stellare, senza che questo ci faccia sentire fuori posto qui sulla Terra.

Ogni volta che in Cielo si apre una configurazione particolare, un Portale, un allineamento, abbiamo l’occasione di respirare dentro il Seme Stellare che vive in noi per ricordarci di quella natura. L’attuale percorso di 13 giorni fino al 07 febbraio è un’occasione per farlo, senza fermarsi possibilmente sul senso di impotenza e di diversità che la nostalgia di una Casa lontana provoca, ma sentendosi parte di un mondo differente, le cui leggi sono sicuramente difficili da comprendere. Tuttavia se ci troviamo in questo luogo è chiaro che stiamo partecipando ad un’azione collettiva di ripristino di paradigmi sconosciuti o dimenticati. Il Sincronario Galattico delle 13 Lune – qui il LINK per approfondire – opera in tal senso. E’ un paradigma antico perché si basa sul Calendario lunare, da sempre seguito sulla Terra, ma la sua natura galattica lo rende nuovo per il collettivo di questo momento storico. E’ uno strumento che permette a chi non ricorda la propria missione d’amore di riconnettersi con il proposito che lo ha portato qui. E’ un mezzo per sincronizzare il Tempo della Luna a quello della Terra a quello del Sole e a quello di Sirio, che è il Sole del Sole.

Immagine correlata


Così ci apriamo alla frequenza della Coscienza Solare, un cammino molto potente per lasciare indietro l’oblio, prendersi la responsabilità della propria verità e vivere quella precisa emanazione vibrazionale che emana dalla nostre cellule quale comando iniziale che ha dato vita alla nostra incarnazione.
Parlando di astrologia maya galattica, si parla di un insegnamento che allarga lo spazio dell’orizzonte oltre i limiti del sistema solare per abbracciare l’intero Cosmo, portando il nativo a individuare se stesso in un ambito molto più vasto.


Ogni volta che in Cielo si verifica un evento planetario siamo chiamati con l’attenzione in un luogo altro rispetto al solito. Sono pezzi di un puzzle ancora incomprensibile che si stanno mettendo in ordine svelando scenari dimenticati. Ora sappiamo bene quanto sia arrivato il momento per ricordare.
In lak’ech! (Io Sono un Altro Te Stesso)
Stefania Gyan Salila


Loading…

Grazie...

Condividi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.