Quando usciamo dai mesi estivi entriamo in luoghi di profonde pozze di emozioni, come le foglie che cambiano colore in autunno, non siamo preparati per la trasformazione mentre entriamo nelle stagioni emotive. Tutti i luoghi e i tempi sembrano fondersi insieme in un collage di sentimenti che non possono essere ignorati o allontanati. Eruzioni spontanee di lacrime e paure affiorano in superficie mentre avanziamo verso ulteriori cambiamenti e risvegli. Piangiamo e piangiamo per cose che non sono nemmeno accadute, eppure le vediamo chiaramente come se fossero fantasmi del futuro che infestano i nostri giorni.

La parte più grande dell’essere umano è sentire. Tutti i sensi della Terra si avvolgono l’uno intorno all’altro in una perfetta spirale celeste del DNA. Il sentimento è ciò che ci rende umani e allo stesso tempo molto santi. Siamo benedetti nella nostra costruzione proprio come tutta la vita sulla terra, non importa da dove provenga. Noi come umani cerchiamo di scappare e sfuggire ai sentimenti con qualsiasi mezzo disponibile e ritenuto necessario. Il piano di fuga di solito si gira e ci morde nell’aspetto spirituale.

Dovremmo averlo capito ormai, ma noi come esseri umani non possiamo sfuggire alle emozioni e ai sentimenti, non importa quanto lontano voliamo o quanto lontano guidiamo. Durante questo prossimo ciclo di cambiamento sentiremo la Presenza e la Luce del ‘Grande Consolatore’, colui che tiene i cuori e le mani della Terra, salvando ogni lacrima, lavando via ogni paura. Come la Presenza di una Madre amata che non lascia mai il fianco dei suoi figli terreni, essendo sempre custode e protettrice, questa Luce viene in aiuto.

Continuiamo tutti a tenere buoni pensieri e a compiere buone azioni, cercando con tutte le forze di cacciare i poliziotti del karma dalle nostre vite. Seguiamo tutte le regole della luce e della vita giocando di conseguenza. Accumuliamo benedizioni che sembrano cadere in una voragine per non essere recuperate così facilmente. Le interruzioni karmiche della vita e gli altri ci tengono in ginocchio pregando affinché tutti i risultati siano benedetti. Cosa dobbiamo fare noi come pianeta per convincere il lupo cattivo a lasciare questo luogo e questo tempo! Sembra che il karma sia accelerato, il tempo è accelerato e i nostri nervi sono a pezzi. Cerchiamo la dolcezza e la semplicità della vita. Sentiamo che il tempo scorre come negli i anni Sessanta, sciolto, libero e senza restrizioni. I nostri drammi personali e familiari si autoconsumano mentre le emozioni si scatenano, creando confusione tra le cose. Il libero arbitrio sembra aver lasciato l’edificio mentre le luci di Las Vegas si abbassano.

Non è che stiamo facendo qualcosa di sbagliato; probabilmente ci stiamo provando troppo. Come uno smartphone che compone un numero di telefono degli anni ’50, non importa quanto ci provi, non c’è nessuna connessione disponibile. I nanosecondi danzano mentre metti in discussione la tua “capacità umana e diritto divino” di intervenire a favore di coloro che ne hanno bisogno. Non c’è un modo giusto o sbagliato, ma c’è un modo più efficace per passare attraverso questi cambiamenti. Mentre le emozioni sgorgano dall’abisso interiore del cuore, consegna ciò che è pesante nella tua vita e nel tuo cuore a ciò da cui una volta siamo scaturiti. Qualunque siano le tue convinzioni lascia andare e consenti a ciò che è Santo di guidare questo segmento dell’autostrada divisa della tua vita.

Gillian MacBeth Louthan

Fonte : https://spiritlibrary.com/gillian-macbeth-louthan/thoughts-from-your-hostess-of-light-september-2021

Traduzione a cura di Cammina nel Sole

Se il mio sito per te è fonte di
crescita ed evoluzione
sostienilo con una donazione



Grazie

Loading…

 

Lascia un commento