Il momento di solitudine è l’incontro con una Maestra preziosa.
Ella ti dona un nastro e una lente di ingrandimento:
Ti da modo di rivedere il film dei tuoi rapporti, e guardare ciò che hai messo in atto.
Ti ricorda due parole chiave mentre lo guardi: onestà interiore e responsabilità.
Ti dona uno specchio: per cogliere il risultato che hai tra le mani.
Ti dona la visione del mare con i suoi abissi:
in cui puoi lasciare andare con il Perdono tutto ciò che è stato,
preservando la voglia di amare e il diritto di essere amata/o.
Ti dona un calice vuoto per tornare ad amare come fossi nata/o oggi.
C’è un biglietto:
si attiva quando
ciò che hai lasciato andare nel Mare lo hai lasciato andare con gratitudine.
Quella Maestra poi ti porge la saggezza come un tesoro, tra le mani.
Ti dona un libro nuovo
su cui nella prima pagina puoi scrivere le nuove promesse nei tuoi riguardi
Nella seconda i tuoi desideri
Nella terza puoi disegnare un cuore come simbolo di una decisione importante:
di tenere sempre presente da ora in poi
il valore di te.
Nella quarta c’è una foto: quella di te Bambino/a per ricordati l’Essere autentico in te che dovrai sempre onorare.
Poi La Maestra ti sussurra
che nulla è perso.
Ti sorride
e attraverso il suo sguardo
ti fa intravedere tutti i doni pronti per te.
Ti fa vedere una ruota che tornerà a girare
E l’immagine del tuo viso che tornerà a risplendere di sorrisi.
Ti mostra così che il divenire ti sta già venendo in contro.
Che quel momento di incontro con Lei è stato inviato dall’Universo affinche fermassi circoli viziosi, affinché potessi disinnescare meccanismi automatici,
affinché potessi riprendere tra le tue mani la spada della scelta,
E risentire il profumo della tua Bellezza.
Ti lascerà li’ a respirarlo
E Quando ne sarai inebriata/o
come una fata scomparirà.
sarai già in un panorama nuovo
Con gli occhi pieni di Primavera
E nel flusso di quel Libro appena iniziato
Sara Surti
🌸🌟
Se il mio sito per te è fonte di
crescita ed evoluzione
sostienilo con una donazione



Grazie

Loading…

Lascia un commento