l'alba del sesto sole

SEMPRE DIVERSI,SEMPRE UGUALI di Sara Cabella

| 0 commenti

Ti ho cercata sotto la pioggia di maggio.
Danzavi sotto la musica di una vecchia canzone scolorita, muovevi i tuoi passi come fossero nuovi … anche se entrambi ricordavamo bene le ore di prove passate …

Vedo molte persone che si sentono spaesate. Molti giovani che si interrogano in un modo nuovo.
Questi sono tempi di poche certezze: richiedono coraggio e creatività, pazienza e determinazione. L’innalzamento vibrazionale del pianeta porta a doversi tarare su un nuovo assetto che necessita di maggiore leggerezza e flessibilità rispetto a prima.
La qualità che cerchiamo è la fluidità dell’acqua.
Le radici saldamente ancorate nelle tradizioni e nei riti del passato e le foglie alte verso quello che è il futuro: un futuro in cui “fare” sarà sempre meno necessario rispetto all’ “Essere”. Un futuro in cui l’azione – intesa come sforzo – sarà anzi dannosa.
Il benedetto Quinto Mondo non è più altrove. Si trova qui!
Si separano come schegge della stessa matrice due correnti: una resta aggrappata alle convinzioni di prima portando con sé il peso delle memorie.
L’altra, dopo un doloroso impatto con le memorie stesse, ne ha liberato il peso e ne conserva solo la Bellezza.
Non servono più le litanie e le ovazioni.


Crollano i templi.
Soccombe chi non ha il coraggio di uscire dalla propria dimora ed Esistere.
Il rimbalzo dei ricordi ha il suo necessario spazio: tutto il passato e tutto il futuro confluiscono qui. Resta calmo al timone, resta silenzioso mentre la tempesta infuria e trova un eterna pace dentro.
Poche urla sconvolgono e ci sentiamo lacerati ancora dal dolore.
Ma non è vero che le cose peggiorano: la sensibilità a livello globale aumenta, la coscienza ecologica aumenta. Occorre il tempo necessario per vederne i risultati. Una massa di persone che provano a sperimentare una vita basata sulla collaborazione e non più sulla prevaricazione, persone che sfidano il rischio e aprono il Cuore verso la Vita e verso il prossimo.
Non conosciamo l’attimo preciso in cui la massa critica che porta avanti questo pensiero sarà tale per cui questa nuova forma potrà prendere campo.
Di certo energie più rarefatte rendono l’atmosfera più leggera.
Di certo muoversi sorretti da vortici pesanti sarà sempre più difficile via via che procediamo.
Sarà richiesto un costo sempre maggiore per andare contro corrente.
I fili che ci uniscono in un fitto intreccio, riemergono dal buio come fiumi carsici. La separazione tra me e te appare sempre più rarefatta.

Ti ho ritrovata al chiaro dell’alba di maggio, quando la rugiada bagna di nuovo le rose.
Avevi smesso di danzare … e sorridevi ….

Sara
Riproduzione consentita solo con citazione della fonte:
https://lasorgenteeladea.blogspot.it/

Fonte : https://lasorgenteeladea.blogspot.it/2018/05/ti-ho-cercata-sotto-la-pioggia-di-maggio.html?spref=fb

Un Nuovo Mondo
Riconosci il vero senso della tua vita

Voto medio su 73 recensioni: Da non perdere

€ 11

Loading…

Grazie...

Condividi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.