l'alba del sesto sole

TESTA E CUORE di Manuela Forte

| 0 commenti

 

Ci sono giorni da amare, anche quando la testa si distrae e cerca un appiglio in ciò che conosce e fa ancora soffrire.

Ci sono giorni da far fluire, anche quando vorresti anticipare l’idea che spinge per la sua realizzazione.

 

Ci sono giorni da cavalcare, con la maestria del surfista che conosce le Onde più grandi.

Ti sei spogliata da tutte le etichette, da tutte le forme, dai ruoli e dalle aspettative.

Ti sei denudata, a volte strappando un urlo di dolore alle resistenze dell’ego, pur di essere te fino in fondo.

Ti sei resa vulnerabile di fronte alla Spada tagliente dello Spirito, quando hai puntato i piedi a terra e hai gridato alla Dea: ti temo, ma non indietreggio!

Ti sei mostrata regina di compassione, quando hai abbracciato il tuo peggior nemico e gli hai sussurrato all’orecchio: è la mancanza di amore che ti fa essere aggressivo.

Hai danzato con le Ombre e sei scesa nelle viscere dell’Ade, dove il fango delle memorie ti ha quasi fatto annegare tanto era il peso del ricordo-che-oltraggia.

Testa e cuore hanno lottato, l’una contro l’altro, pur di affermare la propria voce al di sopra del coro delle aspettative e delle frustrazioni.

Cuore e testa hanno cercato la via della vittoria, ignari bambini in balia del sonno della Coscienza.

È arrivato Padre Sole a ricordarti chi sei, aprendo la corazza nel tuo petto senza troppa tenerezza.

È arrivata Madre Luna a ricordarti il sapore della Dea che conosce i moti delle maree, così che tu potessi tornare al Sacro Femminile per ergerti in tutta la tua magnificenza.

Il corpo fisico ha sputato tutti i dolori, così come un sistema avvelenato spurga convulsivamente la sostanza che lo uccide.

Il corpo emozionale ha lasciato emergere mille sfumature di te, nelle esperienze della vita, che avevi sapientemente rimosso pur di non confrontarti con l’orizzonte delle Acque torbide nelle quali non potevi tollerare di incontrare il mostruoso riflesso di te, deformato dai tabù e dal dogma.

Il corpo mentale ha dovuto lasciare spazio alla Mente divina che non ha orizzonti, liberandoti dal giogo delle convinzioni limitanti che avevi indossato come un’armatura, così strettamente da confonderla con la tua stessa pelle.

 

Il corpo spirituale è stato il fulcro della tua ricerca, per capire cosa è l’Anima, come funziona, come parla e si esprime.

Tutto giunge a Te, in questo momento, con la forza della realizzazione del viaggiatore che ha conquistato ogni oceano e si bea del Coraggio e della Pazienza, sacre virtù insufflate dalla Coscienza di Dio nel profondo del petto.

Testa e cuore si incontrano nella Danza della Manifestazione, in questo spazio di Vuoto che vuoto non è.

Testa e cuore si uniscono nella Casa del Cuore, il luogo divino al centro del tuo petto, dove hai imparato ad incontrare il tuo Respiro-che-espande-la-coscienza.

Miriam e Yeshuah cantano il suono del tuo Nome, tu che sei a immagine e somiglianza della Luce.

Le tecniche sono obsolete.

La conoscenza umana è arcaica.

Le abitudini sono freni all’energia della Dea che sorge, ogni giorno, in modi e moti del tutto imprevedibili.

I sogni sanno di Casa, i ruoli ti vanno stretti, l’Amore chiama a gran voce dal centro del tuo Essere.

Gli incontri si fanno intensi e l’unione delle Anime trascina la testa ben oltre lo stretto orizzonte interiore, registrato nel cervello del Piccolo Io.

Un nuovo canto si fa voce, nella tua Voce, non ha struttura, non ha aspettative.

È il Canto del Cuore Sacro che canalizza la Maestria dell’Anima, nelle piccole cose pratiche della tua giornata così come negli intensi scambi relazionali quotidiani.

I colori del Mondo si sono intensificati, ora che il tuo sguardo è limpido.

La Vita scorre come un arcobaleno, ora che l’Amore dipinge la tua gioia.

Cresci, Figlia delle Stelle, fino a toccare il Cielo con il tuo naso. Odora il profumo dell’Eden, che è in ogni fiore, tu che conosci la Via Bianca.

Hai passi da donare ai pellegrini e parole da depositare nel Cuore di chi si Risveglia.

Sei testa e cuore in armonia, il tuo cammino è faro per il viandante.

L’Arte del Sogno è la vera conoscenza, appannaggio di chi ha il cuore puro.

Sogna e ama.

Ama e sogna.

 

Ci sono stelle da far nascere, han bisogno della tua preghiera.

Benedetta è colei che partorisce ogni giorno, nel nome del Padre Mio.

Benedetto è colui che semina con fede e speranza, nel nome del Padre Mio.

Pace è, tra testa e cuore, ora e per sempre.

Nell’Uno, il Due si manifesta nello Spirito in Azione, per il bene supremo.

Dualità è Uno, nel viaggio dell’incarnazione che si fa Amore in ogni dove.

Così è.

 

Manuela Forte

Immagine di :Daniela Rizzo   Angelo Cuore

Fonte : https://www.facebook.com/manuela.forte.77

Il Grande Libro del Respiro
Esercizi e tecniche per ottenere salute e vitalità, concentrazione e rilassamento
€ 19.5

 

Loading…

 

 

Grazie...

Condividi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.