di Noemi Fiorentino

Ciao a tutti e benvenuti nel consueto articolo annuale in cui amo mettere insieme i pezzi dell’anno trascorso e darvi le mie percezioni sull’anno che deve arrivare.

Questo è stato un anno di grandi cambiamenti per tanti di noi e io mi sono un po’ rintanata, sentendo l’esigenza di non parlare molto.

In compenso, però, ho continuato ad ascoltare tantissime delle vostre storie e so che abbiamo vissuto tutti esperienze veramente dense e fitte temporalmente.

La sensazione è stata quella di non avere mai tregua, di non poter avere un attimo di tempo per elaborare. Questo anche perché siamo in un periodo (iniziato nel 2020) in cui dovevamo anche abituarci alle trasformazioni costanti per essere più fluidi e disposti a cambiare e a trovare la nostra comodità nel flusso.

Ci serve, perché la vita stessa è un continuo mutamento e ci invita a essere cosi disponibili ad essa che, piano piano, diveniamo pronti.

Terminato questo 2021, anno ricco di accelerazioni ed eventi continui (anche a livello politico e sociale), la strada è pronta per il 2022.

Ora siamo più aperti a essere morbidi e mobili, aperti a ciò che avviene. Il 2022 ci aiuterà a trovare la nostra dimensione e la nostra casa, in modo più concreto.

Sarà un anno, secondo me, che ci darà l’occasione di mescolare il nostro brodo, di accarezzare le nostre parti, al fine di godere di noi stessi e della nostra presenza, per entrare in sinergia con il nostro potere più pulito.

Non è assolutamente solo un anno d riposo, continueranno ad accadere eventi e restiamo in trasformazione. Ci saranno episodi che ci scomoderanno da dove siamo, così come momenti di maggiore serenità.

La spinta per l’altra dimensione sarà comunque sempre viva, naturalmente in funzione della nostra espansione e soprattutto per metterci in gioco e raggiungere la parte più creativa di noi, il nostro talento principale.

L’arte salverà il mondo, lo dico sempre. Trovare la propria vocazione e originalità è la base che sempre di più ci darà casa, mezzi, spazio qui su questa terra e in questa società.

Ci saranno anche le basi per costruire buone relazioni di amore, poiché la nostra pienezza va di pari passo con la pienezza relazionale. Fiducia e costruzione reciproca sono le parole chiave per questo. Diamo quindi spazio sì alla passione, ma anche alla routinaria presenza dell’altro al fine di scorgerne la meraviglia semplice.

Consolidiamo i magnifici legami che adesso si creano al fine di essere pronti negli anni a venire a creare insieme.

Sarà un anno molto emozionante, non da montagne russe, emozionante come quando vedi un uccellino posarsi su un ramo e ti viene da piangere, anche se non sai perché. Il  non sapere perché è proprio la base della vita, quella che ci aiuta a essere amichevoli con il cuore, disposti a vedere tutti gli essere viventi con un occhio delicato, non invasivo, rispettoso e questo è possibile quando lo facciamo con noi stessi.

Concediamoci momenti per essere inutili, semplicemente “niente”. Impariamo a essere niente affinché questo ci aiuti a gestire qualsiasi evento accada nella nostra vita.

Vi ringrazio per avermi letto, spero che le mie parole vi possano guidare nei prossimi  mesi e che vi scaldino il cuore.

Con amore,

Noemi

* Se desideri un confronto con me, per un aiuto lungo il tuo percorso di questo periodo, scrivimi a info@noemifiorentino.com o su WhatsApp al 3479939965.

Fonte :https://noemifiorentino.com/index.php/2021/12/31/2022/

Se il mio sito per te è fonte di
crescita ed evoluzione
sostienilo con una donazione



Grazie

Lascia un commento